Napoli, Ghoulam è un ‘nuovo acquisto’: 135 minuti di speranza

0
70

Granada e Benevento hanno certificato il completo recupero di Faouzi Ghoulam: un ‘nuovo acquisto’ a tutti gli effetti per il Napoli.

Ghoulam Napoli Benevento
Ghoulam ‘nuovo acquisto’ del Napoli (Getty Images)

Tralasciando l’aspetto puramente sportivo delle due vittorie consecutive contro Granada e Benevento, la migliore notizia per il Napoli è un’altra: Faouzi Ghoulam è tornato a spadroneggiare sulla fascia sinistra come ai bei tempi, prima che la sfortuna lo facesse piombare in un triste anonimato. La svolta dell’algerino è nata all’intervallo del match di Europa League, quando Gattuso lo ha inserito al posto di Maksimovic per passare dalla difesa a 3 a quella a 4: mossa vincente in termini di risultati prodotti e di confidenza dell’ex Saint Etienne con la sua porzione di campo, grazie a cui era considerato uno dei migliori interpreti del ruolo di terzino di tutta la Serie A.

Col Granada è entrato in campo con una cattiveria agonistica che non si vedeva da tempo, tale da portarlo a sfiorare addirittura il goal della speranza nel recupero. La storia si è ripetuta ieri, quando Gattuso gli ha regalato una chance dal primo minuto: l’1-0 è sì una finezza tecnica di Mertens con l’esterno destro, nata però da un tiro-cross proprio di Ghoulam che anticipa Insigne per creare quel presupposto di pericolo poi tramutato nella rete del vantaggio da parte del belga. Ma l’algerino non è stato solo propensione offensiva: prova diligente anche per quanto concerne l’attenzione difensiva, seppur gli attacchi del Benevento non siano stati una minaccia particolarmente seria verso la porta di Meret.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, da Meret e Mertens: torna il sorriso, tornano i record

Ghoulam vuole riprendersi il Napoli: Mario Rui e Hysaj possono attendere

La fascia mancina del Napoli potrebbe, dunque, aver trovato un nuovo padrone dopo i brevi interregni di Hysaj e Mario Rui: con un Ghoulam così è facile pensare che sarà lui il titolare anche prossimamente, quando l’assenza dell’impegno europeo porterà a a concentrarsi interamente sull’obiettivo del ritorno in Champions League, e quindi ai primi quattro posti della classifica. Con una ‘nuova’ freccia a disposizione nell’arco, e che freccia.