Home Napoli News Napoli, da Meret a Mertens: torna il sorriso, tornano i record

Napoli, da Meret a Mertens: torna il sorriso, tornano i record

CONDIVIDI

Il Napoli vince 2-0 contro il Benevento: giornata particolare per Dries Mertens e Alex Meret. I traguardi raggiunti.

mertens 250 napoli
Mertens festeggia il suo gol nella 250 presenza con la maglia del Napoli (gettyimages)

Il Napoli vince e convince. Seconda vittoria stagionale contro il Benevento, questa volta senza sbavature difensive. Anzi una nota stonata c’è. Il doppio giallo a Koulibaly, che costerà la squalifica per il prossimo turno infrasettimanale contro il Sassuolo. Ma oggi gli azzurri sono tornati a sorridere, finalmente.

Non c’è stata assolutamente storia al Diego Armando Maradona, con un Napoli arrembante che non si vedeva da tempo. Una reazione importante dopo l’uscita dall’Europa League. Ma sopratutto, Gattuso ha ritrovato Mertens in settimana e quest’oggi l’ha schierato subito titolare. Il belga non giocava nell’undici iniziale in campionato dal suo infortunio contro l’Inter.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, un anno senza tifosi allo stadio: il calcio privo d’identità

Napoli-Benevento: Meret da record e Mertens fa 250 con la maglia azzurra

meret porta inviolata
Alex Meret, record cleen sheet (Gettyimages)

Sono bastati 30 minuti contro il Granada per convincere mister Gattuso che sì, il Napoli ha bisogno del suo numero 14. Detto fatto, l’allenatore azzurro l’ha schierato titolare contro il Benevento e il belga non ha deluso le aspettative. Infatti, Dries Mertens ha siglato la rete dell’1-0 in una giornata speciale: quest’oggi ha festeggiato le 250 presenze con la maglia del club partenopeo in campionato, a meno cinque da Callejon. Un’altra rete rifilata ai sanniti, la quinta. In 4 occasioni, ha messo a segno 5 marcature, mantenendo la media gol superiore alle presenze contro i giallorossi.

A raddoppiare ci pensa Politano nel secondo tempo, con un colpo di testa involontario e molto casuale. Tuttavia, questo basta per terminare la partita con un vantaggio sicuro. Al Diego Armando Maradona termina 2-0, e per la quarta gara casalinga di fila in Serie A, il Napoli mantiene la porta inviolata. Non accadeva da marzo 2011, ma in quel caso la squadra di Mazzarri da dicembre a marzo fece 8 cleen sheet consecutivi al San Paolo.

Un piccolo traguardo per Alex Meret, che ha preso il posto di Ospina (infortunato finora) e conferma il suo buono stato di forma già intravisto contro la Juventus qualche settimana fa. L’obiettivo è mantenere questo trend e far diventare nuovamente il proprio stadio un fortino. La scalata per la Champions è appena cominciata. Sbagliato non crederci.