Home Napoli News Sfogo di Insigne a Reggio Emilia: il comunicato del Napoli

Sfogo di Insigne a Reggio Emilia: il comunicato del Napoli

CONDIVIDI

Dopo lo sfogo di Insigne a fine partita arriva il comunicato del Napoli che smentisce attriti tra il capitano ed i compagni.

Il rocambolesco pareggio subito dal Napoli a Reggio Emilia è stato seguito da roventi polemiche sul duro sfogo di Lorenzo Insigne. Il capitano, al termine della partita contro il Sassuolo, non è riuscito a contenere la sua rabbia ed è stato pizzicato dalle telecamere.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> I tifosi stavolta stanno con Insigne

Sfogo di Insigne: “Nessun attrito con la squadra”

Prima di rientrare negli spogliatoi, Insigne ha tirato un violento calcio a una cartellone pubblicitario e voltandosi verso il campo avrebbe pronunciato la frase “squadra di m…”. Frase che alcuni hanno pensato fosse rivolta proprio ai suoi compagni. Ecco perché il Napoli ha deciso di emettere un breve comunicato per smentire possibili tensioni interne al gruppo: “In seguito alle notizie diffuse da diversi media, si precisa che non c’è stato alcun attrito tra il Capitano Lorenzo Insigne e i suoi compagni di squadra. Lo sfogo del calciatore negli ultimi minuti di Sassuolo-Napoli era legato solo al rocambolesco finale di partita”.

Mapei Stadium stregato: l’errore in Supercoppa

Il campo di Reggio Emilia d’altronde sembra davvero stregato per Insigne, che proprio al ‘Mapei Stadium’ lo scorso gennaio ha fallito un rigore pesantissimo contro la Juventus nella finale della Supercoppa Italiana. Ieri invece il capitano, autore di un’ottima prestazione con tanto di assist per il pareggio firmato Di Lorenzo e rigore trasformato, pensava di potersi finalmente prendere una rivincita. Speranza sfumata all’ultimo secondo dei minuti di recupero a causa del fallo di Manolas su Haraslin.

Gattuso e De Laurentiis furiosi, resta solo la Champions

A non digerire il pareggio contro il Sassuolo però non sarebbe stato il solo Insigne. Se infatti Gattuso ha espresso tutta la sua disapprovazione sfilandosi la giacca in panchina, De Laurentiis avrebbe abbandonato lo stadio scuro in volto per l’ennesimo passo falso di una stagione fin qui decisamente al di sotto delle aspettative che potrebbe essere salvata almeno in parte solo dalla qualificazione alla prossima Champions League. Obiettivo ancora alla portata, certo, a patto di mantenere i nervi saldi ed evitare nuovi harakiri.