Lazio-Benevento 5-3, tabellino e cronaca: ora Inzaghi “trema”

0
67

Il tabellino e la cronaca di Lazio-Benevento, terminata 5-3 per i padroni di casa: la Strega ora “vede” il Cagliari

Immobile Letizia
Immobile e Letizia (Getty Images)

Una sconfitta che pesa tanto, a guardare i risultati delle dirette avversarie, ma che certifica ancora una volta che il Benevento, c’è, è vivo e lotterà fino all’ultimo punto. All’Olimpico non va in scena la sfida fra fratelli perché Simone è ancora costretto a casa, causa Covid, ma si gioca comunque una partita bella, ricca di colpi di scena e di occasioni da entrambe le parti. La prima svolta arriva dopo 10 minuti: palla per Immobile ma Depaoli anticipa l’attaccante laziale e il suo portiere e la infila nella propria porta. Dieci minuti dopo arriva anche il raddoppio e stavolta è tutto di Ciro Immobile, che non segnava da oltre due mesi. Minuto 37 e arriva anche il 3-0: Montipò atterra Correa che prende il pallone e trasforma il penalty. Sembra già tutto finito ma Sau regala il primo squillo giallorosso: 3-1 e intervallo che preannuncia un secondo tempo ancora vivo.

La girandola dei rigori e la (quasi) rimonta

E nel secondo tempo così è: cross di Correa, stavolta a deviarla nella propria porta è lo stesso Montipò. 4-1 e momento importante di sliding doors della gara. Altro rigore, Immobile potrebbe aprire la goleada ma stavolta Montipò dice di no e respinge anche il tap-in di Fares. Cambia l’inerzia della gara e il Benevento si rifà sotto: ancora rigore, Viola non sbaglia e dal possibile 5-1 si passa al 4-2. Che potrebbe essere 4-3 pochi minuti dopo, ma la prodezza di Lapadula viene annullata dall’intervento del VAR. Il 4-3 lo segna Glik dopo che Reina aveva respinto su Depaoli. C’è aria di impresa ma ci pensa Immobile in pieno recupero a finalizzare il contropiede per il 5-3 definitivo che lascia il Benevento alla seconda sconfitta consecutiva e con un poco rassicurante +5 sul Cagliari.

Tabellino Lazio-Benevento 5-3

Inzaghi Benevento
Filippo Inzaghi (Getty Images)

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva (57′ Parolo), Luis Alberto (70′ Akpa Akpro, 88′ Hoedt), Fares (57′ Lulic); Correa (70′ Muriqi), Immobile. A disp. Strakosha, Alia, Patric, Cataldi, Musacchio, Escalante, Pereira. All. Simone Inzaghi (in panchina Farris)

BENEVENTO (4-4-2): Montipò; Depaoli, Glik, Barba, Letizia (57′ Caldirola); Insigne, Schiattarella (57′ Viola), Ionita (78′ Falque); Improta; Sau (46′ Dabo), Gaich (57′ Lapadula). A disp. Manfredini, Hetemaj, Di Serio, Lucatelli, Tello, Pastina. All. Filippo Inzaghi

Arbitro: Ghersini di Genova

Marcatori: 10′ aut. Depaoli (L), 20′, 90’+6′ Immobile (L), 36′ rig. Correa (L), 45′ Sau (B), 48′ aut. Montipò (L) 63′ rig. Viola (B), 85′ Glik (B). Al 55′ Immobile (L) sbaglia un calcio di rigore

Ammoniti: Akpa Akpro, Parolo (L) Montipo’, Schiattarella, Glik (B)