Jorginho conquista l’Europa: da simbolo del sarrismo alla finale di Champions

0
18

Jorginho ha conquistato la finale di Champions League col Chelsea. L’italo-brasiliano è stato per anni il simbolo del sarrismo.

Il Chelsea conquista la finale di Champions League eliminando il favoritissimo Real Madrid dopo averlo dominato per larghi tratti sia all’andata che al ritorno. Una lezione di calcio che ha visto salire in cattedra anche Jorginho, centrocampista italo-brasiliano lanciato nel grande calcio proprio dal Napoli.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli contro Mourinho: solo una vittoria

Il simbolo del sarrismo che ha conquistato l’Europa

Acquistato in comproprietà dal Verona nel gennaio del 2014, venne riscattato qualche mese dopo per soli 3,5 milioni di euro. Un vero affare considerato quello che diventerà Jorginho per il Napoli nelle stagioni successive. Dopo essere rimasto spesso a guardare con Benitez, sarà Maurizio Sarri a mettere l’ex Verona al centro del villaggio facendo ruotare tutta la squadra intorno alle sue geometrie. Jorginho è infatti il simbolo del sarrismo per eccellenza come dimostra il record di passaggi e di palloni toccati in mezzo al campo. Non è un caso che, andato via Sarri, il Napoli abbia deciso di cederlo accettando la proposta del Chelsea che per averlo nell’estate del 2018 ha versato 60 milioni di euro nelle casse della società di De Laurentiis.

Jorginho Koulibaly
Jorginho abbraccia Koulibaly (Getty Images)

Jorginho in finale di Champions: sfida a Guardiola

Anche in quel caso, decisivo per la scelta di Jorginho, fu Sarri dato che sul giocatore era fortissimo il pressing del Manchester City dove Guardiola lo avrebbe accolto a braccia aperte. Sembrava tutto fatto, ma alla fine la nomina di Sarri come nuovo tecnico del Chelsea fece cambiare idea al ragazzo che preferì seguire il suo mentore a Londra voltando le spalle a Guardiola, adesso prossimo avversario in finale di Champions League. A 29 anni, nel pieno della maturità calcistica, Jorginho può quindi coronare una carriera iniziata nel 2011 in Serie C2 con la Sambonifacese alzando al cielo il trofeo più ambito da un giocatore. Il simbolo del sarrismo ha conquistato l’Europa.