Benevento, dall’allenatore ai rinnovi: si lavora per il futuro

0
36

Il presidente del Benevento, Oreste Vigorito, lavora per il futuro della squadra: da Foggia a Inzaghi, chi farà parte del nuovo progetto

Tifosi Benevento
Tifosi Benevento (Getty Images)

E’ vero, domenica sera c’è Torino-Benevento, ma ormai sembra non interessare più a nessuno. Lazio-Torino ha tolto qualsiasi interesse residuo alla lotta salvezza ed entrambe le squadre sono già proiettate a quello che sarà il prossimo futuro, una volta chiusa questa stagione che al Benevento ha dato qualche bella soddisfazione – come la storica vittoria a Torino con la Juve – ma anche tante delusioni profonde, brucianti, difficili da superare. A farne le spese, come spesso capita in questi casi, sarà l’allenatore.

Benevento, Foggia verso la conferma. Inzaghi no

Filippo Inzaghi guiderà il Benevento per l’ultima volta proprio a Torino – ironia della sorte – teatro della sua impresa più bella, poi ci si guarderà intorno a caccia del suo successore. Dovrebbe invece essere confermato Pasquale Foggia, anche lui nel mirino delle critiche dei tifosi per una gestione del gruppo a loro dire non ineccepibili. Ma la fiducia di Vigorito sembra essere immutata e per questo sarà lui a costruire la squadra del futuro.

Il futuro dei calciatori

Benevento Serie B
Adolfo Gaich (Gettyimages)

Tanti addii annunciati, fra prestiti che terminano e calciatori palesemente a fine ciclo. Da gestire i contratti in scadenza, da Tuia ad Hetemaj ma su tutti quello di capitan Nicolas Viola che fra infortuni e problemi vari non ha giocato una stagione indimenticabile, quella in cui era atteso anche lui, come tanti altri, al salto di qualità.  Da verificare anche alcuni elementi considerati chiave ad inizio anno ma che hanno deluso. Come ad esempio Iago Falque, un altro dei calciatori che spesso a causa di problemi fisici non ha reso secondo le attese. Non sarà riscattato Caprari, mentre resta da definire la posizione di Gaich, per il quale il contratto di prestito potrebbe essere prolungato. C’è da capire però se l’attaccante argentino avrà voglia di scendere anche in B.