Spalletti punta su Koulibaly, ma il futuro è un rebus. ADL non farà sconti

0
124

Spalletti in conferenza ha elogiato pubblicamente Kalidou Koulibaly, ma questa potrebbe essere l’estate dell’addio. Una cosa è certa: nessuno sconto da De Laurentiis

Koulibaly Morata Juve Napoli
Koulibaly Morata Juve Napoli (Getty Images)

Se dipendesse da me resterebbe a Napoli, è il nostro vice-capitano”. Così parlò Luciano Spalletti in conferenza stampa. Kalidou Koulibaly sarebbe un punto fermo per il suo Napoli, e non potrebbe essere altrimenti. Ma anche l’allenatore azzurro si è mostrato perfettamente consapevole che potrebbe non essere così. De Laurentiis è stato chiaro, nessuno è incedibile e il monte ingaggi va ridotto drasticamente. Due intenzioni che sembrano essere cucite su misura sul muro senegalese, il più pagato della squadra con i suoi 6 milioni di ingaggio e l’unico ad avere offerte concrete. L’incontro del presidente con l’agente di Koulibaly, Fali Ramadani, non ha lasciato dubbi: questo può essere l’anno buono per iniziare una nuova avventura, a patto però che qualcuno accontenti il Napoli sulle cifre. Perché è vero che nessuno è incedibile, ma De Laurentiis è stato chiaro anche in questo: c’è la necessità di vendere ma non di svendere e quindi non si fanno sconti. Piace al Manchester United, piace al Paris Saint Germain, ma nessuno finora si è spinto oltre i 40 milioni. Ancora pochi per un calciatore che ha sì 30 anni, ma è all’apice della carriera e un valore ancora esorbitante. Due anni fa il Napoli rifiutò oltre 100 milioni, quest’anno con meno di 50 milioni sarà difficile che vada via. Un addio necessario, non c’è dubbi, ma per i saldi si prega di rivolgersi altrove.

LEGGI ANCHE – Osimhen, tocca a te: l’investitura di Spalletti non lascia dubbi