La strana estate di Manolas: un aspetto lo sta convincendo a restare

0
351

Dato per partente verso l’Olympiacos, Kostas Manolas si sta riprendendo il Napoli: una sua permanenza non è affatto da escludere.

Manolas Napoli
Manolas in azione durante Napoli-Venezia (Getty Images)

La calda estate di Manolas non si è ancora conclusa, ma le prospettive ora sembrano completamente diverse rispetto a qualche settimana fa, quando una sua cessione all’Olympiacos pareva la soluzione più scontata. Il club del Pireo non è riuscito a trovare il fatidico accordo con Aurelio De Laurentiis, impuntatosi su una richiesta di 15 milioni di fronte un’offerta pari a 10: cinque milioni di differenza che si sono rivelati un ostacolo insormontabile o quasi per il buon esito di una trattativa andata troppo per le lunghe.

La possibile offerta dell’Olympiacos

Non è comunque da escludere un ritorno di fiamma dei greci in questi ultimi tre giorni che ci separano dalla fine di un mercato avaro di notizie per il Napoli, che alla fine potrebbe tenersi stretto Manolas: difficile, infatti, trovare un degno sostituto in così poco tempo, seppur la sua avventura partenopea non gli abbia fin qui regalato grosse soddisfazioni. Un aspetto che potrebbe sancire la definitiva permanenza è la stima nutrita nei suoi confronti da Luciano Spalletti, il quale lo ha schierato dal primo minuto contro il Venezia facendogli giocare tutti i 90 minuti in coppia con Kalidou Koulibaly. Una fiducia che ha origini lontane e nasce dai tempi della Roma, dove Manolas si è consacrato come uno dei difensori centrali migliori dell’intera Serie A.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calendario gironi Europa League: le date delle sfide col Leicester

Mercato in entrata povero per il Napoli: Manolas può essere un ‘nuovo acquisto’

Tra gli obiettivi posti da Spalletti c’è anche il rilancio a grandi livelli di Manolas, che non può essere soddisfatto dell’apporto dato al Napoli nelle ultime due stagioni. A pesare sulle sue prestazioni, probabilmente, i 36 milioni spesi dal club azzurro per onorare la clausola rescissoria presente nel vecchio contratto con la Roma: una spada di Damocle a livello psicologico, che non gli ha permesso di replicare quanto di buono si era visto all’ombra del Colosseo. Con l’aiuto di Spalletti, il classe 1991 potrà tornare ai suoi standard d’eccellenza e dunque considerarsi, a tutti gli effetti, un nuovo acquisto per il nuovo Napoli: questa è la speranza di tutti, Manolas compreso ovviamente.