Ospina e non solo, l’ennesimo intoppo: fateli tornare prima!

0
419

L’infortunio di Ospina e le norme Covid in Inghilterra tengono in apprensione Spalletti in vista dei due match importanti con Juve e Leicester

David Ospina
David Ospina (GettyImages)

La sosta delle nazionali è risaputo essere poco gradita alla stragrande maggioranza dei tifosi, in particolare quella di inizio settembre che ferma subito il tanto atteso campionato. Quella di quest’anno in particolare verrà ricordata come una delle più controverse della storia. Il motivo non riguarda solo gli impegni tardivi delle squadre sudamericane, che permetteranno il rientro dei giocatori solamente il giorno prima dell’inizio del turno di campionato, ma anche le stringenti norme Covid vigenti in Inghilterra.

Nella patria della regina infatti, è obbligatoria la quarantena di dieci giorni per chi rientra dal Sudamerica o dalle zone rosse dell’Africa. Ciò comporterebbe non pochi problemi agli azzurri in vista dell’impegno di Europa League contro il Leicester, in programma giovedì 16 settembre alle ore 21.00 al Leicester City Stadium.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Quando rientra Meret? Salterà almeno 3 partite importanti

Nazionali, non solo Ospina: quanti problemi per gli azzurri!

osimhen disperato
Victor Osimhen (GettyImages)

Le diverse problematiche dovute dall’impegno in Nazionale destano non poca preoccupazione in casa Napoli, a causa del doppio impegno importantissimo contro Juventus e Leicester. L’infortunio di Ospina avvenuto con la Colombia pochi giorni dopo quello di Meret hanno fatto scattare l’allarme rosso per Spalletti, che contro i bianconeri potrebbe essere costretto a far debuttare uno tra Marfella e Idasiak. Le ultime notizie dalla Colombia però sono confortanti: per l’ex Arsenal sembra trattarsi solo di una botta, quindi nessun problema in vista del big match con la Juve.

L’unico cruccio per Spalletti dunque resta quello del ritorno in Italia, che salvo rientri anticipati avverrà non prima di venerdì, proprio alla vigilia della partita. Preoccupazione che il tecnico di Certaldo condivide con Massimiliano Allegri, che in Sudamerica vede impegnati cinque suoi uomini importanti (Cuadrado, Alex Sandro, Bentancur, Dybala e Danilo).

Discorso diverso per quanto riguarda l’Europa League, dove il Napoli è atteso per la difficile trasferta di Leicester. Come già accennato, in Inghilterra vige l’obbligo di quarantena di dieci giorni per chi arriva dalle zone rosse dell’Africa o dal Sudamerica. Aurelio De Laurentiis è in contatto frequente con la UEFA per porre rimedio a questa situazione, ma in caso di esito negativo i problemi per Spalletti sarebbero più di uno.

Oltre ad Ospina infatti il Napoli sarebbe costretto a rinunciare anche a due uomini chiave come Osimhen e Koulibaly, che con l’infortunio di Meret completerebbe un quadro a dir poco drammatico in vista del primo impegno europeo dell’anno. Nessun problema invece per Anguissa, dato che il Camerun non è inserito tra le zone rosse. Ma non possono farli tornare prima?