Napoli-Juve, dal post Ronaldo al modulo: tutti i problemi di Allegri

0
376

Massimiliano Allegri pensa ai diversi problemi da risolvere in vista di Napoli-Juve: dall’assenza di Ronaldo al cambio modulo.

Massimiliano Allegri, allenatore della Juve
Massimiliano Allegri (GettyImages)

Sette giorni ad uno degli appuntamenti più importanti della stagione. Al Diego Armando Maradona di Napoli arriverà la Juve di Allegri, priva di Cristiano Ronaldo ceduto al Manchester United. Il capocannoniere ha lasciato la Serie A ed è uno dei tanti problemi che dovrà risolvere l’allenatore bianconero in vista del big match alla terza giornata di campionato.

Quella di sabato 11 settembre è già una sfida da dentro fuori per la Juve. Una sconfitta rischierebbe di aumentare il distacco non solo con il Napoli, ma anche con le altre pretendenti al titolo. E per questa ragione, Allegri starebbe pensando a modificare il modulo e il piano tattico attuato nelle prime due sfide poiché non ha portato punti alle prime due gare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> L’ultimo smacco alla Juve spiega alla perfezione la crisi della Serie A

Napoli-Juve, Allegri corre ai ripari: si cambia modulo

Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci (GettyImages)

L’assenza di Cristiano Ronaldo non è il solo problema di Allegri in vista di Napoli-Juve. Mancherà un finalizzatore ed un uomo che crea continue palle gol, ma le alternative non mancano. La fantasia offensiva abbonda nella rosa juventina. E’ l’aspetto difensivo che preoccupa di più l’allenatore livornese, il quale sta già pensando a qualche rivoluzione.

Contro Udinese ed Empoli la difesa ha lasciato perplessi tifosi e soprattutto lo staff tecnico. La linea a quattro ha mostrato più di qualche lacuna nelle prime due giornate e Allegri vuole correre subito a ripari per la sfida tra Napoli e Juve. Non è un caso che contro gli azzurri è possibile rivedere un ritorno della difesa a 3 con Bonucci, Chiellini e De Ligt.

I dubbi sarebbero due. Secondo La Gazzetta dello Sport, Allegri potrebbe utilizzare contro il Napoli il 3-4-2-1 con due trequartisti e Chiesa esterno; oppure, un 3-5-2 più classico. Il cambio modulo dovrà permettere alla formazione bianconera maggiore equilibrio contro una squadra solida come quella partenopea. E per dimenticare Cristiano Ronaldo, il tecnico starebbe valutando di gettare nella mischia dal primo minuto Moise Kean.

I difetti della Juve di Allegri: cosa dovranno fare gli azzurri

Contro l’Empoli mancava un collante tra difesa e centrocampo. Lo spazio tra i due reparti ha causato più di qualche problema alla formazione bianconera che in diverse occasioni ha lasciato buchi centrali. Varchi che gli Azzurri toscani hanno cercato di sfruttare per rendersi pericolosi. Gli stessi che la squadra di Spalletti dovrà trovare, magari in contropiede, per far male alla Juventus.

Ma non è tutto. Allegri dovrà lavorare in questa settimana anche sulla posizione dell’esterno. Infatti, Cuadrado ha dimostrato di soffrire nel ruolo da terzino e ha lasciato molto spazio alle sue spalle. Se dovesse giocare esterno in un centrocampo a 4 o a 5, ci sarà Lorenzo Insigne su quella fascia. Il capitano partenopeo dovrà puntare gli spazi che il colombiano lascerà vuoti. Ma la presenza di Cuadrado è in forte dubbio a causa degli impegni con la Nazionale, pochi giorni prima del big match di Serie A.