Napoli, 12 anni consecutivi in Europa: tutti gli esordi più emozionanti

0
222

Per il dodicesimo anno di fila, il Napoli giocherà in Europa: tutti gli esordi più emozionanti della squadra azzurra nelle competizioni continentali.

Mertens in Napoli Liverpool
Dries Mertens (GettyImages)

La squadra azzurra fa finalmente il suo debutto stagionale in Europa. C’è ansia e curiosità di vedere la formazione partenopea affrontare il temibile Leicester, primo storico confronto con questo club inglese. E in terra britannica il bilancio non è affatto positivo.

C’è grande curiosità anche sulla prima di Spalletti in Europa League sulla panchina del Napoli. Questo torneo è alla portata degli azzurri – lo è quasi sempre stato – e partire con il piede giusto potrebbe dare una spinta ai ragazzi e all’ambiente circostante. Per il dodicesimo anno di fila il Napoli giocherà una competizione internazionale: quali sono gli esordi in Europa che i tifosi non dimenticheranno mai.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Leicester-Napoli, i precedenti con le inglesi: i ricordi più belli sono recenti

Manchester City-Napoli 1-1

Gol di Cavani in Manchester City-Napoli
Gol di Cavani in Manchester City-Napoli (GettyImages)

Dopo 21 anni dall’ultima apparizione nella massima competizione europea, il Napoli torna tra le grandi del continente e affronta un girone che sembra quasi impossibile. Alla prima giornata c’è la trasferta a Manchester, sponda City. Insomma, è una partita proibitiva, ma i calciatori azzurri allenati da Walter Mazzarri interpretano al meglio il big match e dopo tanta sofferenza in difesa, sbloccano in contropiede con Cavani. Purtroppo, pochi minuti più tardi Kolarov pareggia, ma quel punticino all’Ethiad Stadium darà coraggio al Napoli. Nel girone c’erano anche Bayern e Villareal e alla fine gli azzurri riuscirono a centrare il passaggio del turno.

Napoli-Borussia Dortmund 2-1

Altro girone di Champions League proibitivo: Napoli, Borussia, Arsenal e Marsiglia. Le urne sembrano avverse ai partenopei, che però iniziano il torneo con il piede giusto. Allo stadio San Paolo arriva il Borussia Dortmund di Klopp, ma gli azzurri giocano divinamente e si portano in vantaggio nel primo tempo e raddoppiano nel secondo con Insigne su una punizione magistrale da oltre 20 metri. Quella serata però termina con l’autorete di Zuniga che non rovina la festa dei tifosi azzurri sul momento, ma sarà un fattore determinante per il posto in classifica. Ricorderete che il Napoli chiuse il girone con 12 punti, ma arrivò terza a pari merito con Borussia e Arsenal, esclusa per differenza reti.

Napoli-Club Bruges 5-0

Maurizio Sarri fa il suo esordio in Europa in Napoli-Club Bruges. Un debutto memorabile. Gli azzurri iniziano l’Europa League con una manita micidiale contro i belgi grazie alle reti di Mertens (x2), Callejon (x2) e Hamsik. Quel Napoli chiuderà il girone con 6 vittorie su 6, registrando anche il record di gol fatti (22 in 6 partite) e subiti (3 in 6 partite).

Napoli-Liverpool 2-0

E’ il secondo anno di Ancelotti ed il Napoli è partito alla grande. Al San Paolo c’è il Liverpool, con il quale gli azzurri hanno un conto in sospeso. E c’è una bolgia allo stadio ad accogliere i Campioni d’Europa in carica. La partita resta bloccata per oltre un’ora di gioco, poi Dries Mertens segna su rigore e poco dopo raddoppia Fernando Llorente: l’unico vero ricordo positivo dell’attaccante spagnolo a Napoli.