De Laurentiis ‘spiega’ i problemi di DAZN: “E’ colpa di Berlusconi”

0
325

De Laurentiis ha condiviso una riflessione sui disservizi di DAZN: la sua spiegazione ai problemi tecnici e la frecciata a Berlusconi.

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (Gettymages)

L’avvio di campionato è stato caratterizzato da tantissimi problemi audiovisivi. Diversi abbonati di DAZN non hanno fruito al meglio del servizio offerto e hanno perso intere partite o spezzoni di gara a causa di mancanza del segnale ed altri problemi tecnici, ai quali De Laurentiis sembra avere una spiegazione.

Il presidente del Napoli è uno dei fautori del servizio in streaming per vedere le partite di calcio e ha raccontato il suo punto di vista in un convegno all’Itis Galilei di Roma ripreso dal IlSole24Ore, lanciando una frecciata a Silvio Berlusconi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Le parole di Spalletti svelano il segreto di Pulcinella: c’è anche il Napoli

Dazn e i disservizi, De Laurentiis punta il dito su Berlusconi: “Italia in ritardo”

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (GettyImages)

A seguito di numerose polemiche sui disservizi di DAZN, il patron azzurro Aurelio De Laurentiis chiarisce che è tutta colpa del ritardo tecnologico dell’Italia: “Arriviamo sempre in ritardo. Mi sono battuto per andare su DAZN, facendo arrabbiare anche i miei colleghi. E’ vero che andremo in sofferenza, vediamo male le partite, salteranno i segnali ecc. ma è colpa di Berlusconi se questo Paese non ha sviluppato la rete come negli altri Stati in Europa: siamo indietro“.

Dunque, per il presidente del Napoli nessuna retromarcia o ripensamento: “Se non continuiamo con i servizi in streaming e proseguiamo sempre su quelli satellitari come Sky, tra tre anni dovremo ripartire di nuovo dall’inizio. Dobbiamo sfruttare il Premier Draghi e il Ministro Colao per implementare la rete per essere competitivi come già avviene negli altri paesi europei“. Il piano di De Laurentiis non ammette passi indietro: si continua con DAZN per avere un futuro calcistico in streaming.