Bocciato da Spalletti, ora top-scorer allo Spartak: è l’avversario più temuto

0
297

Nello Spartak Mosca prossimo avversario del Napoli in Europa League c’è un ex calciatore di Spalletti, bocciato dal mister e ora top-scorer in Russia.

Luciano Spalletti (GettyImages)
Luciano Spalletti (GettyImages)

Lo Spartak Mosca non sarà un avversario facile da superare. Il Napoli sta vivendo un periodo fantastico dal punto di vista dei risultati, di umore, di gioco. Il pareggio contro il Leicester in Inghilterra è stato agguantato con le unghie e con i denti, frutto della determinazione dei ragazzi di Spalletti. La stessa determinazione che non è mancata proprio ad uno dei suoi ex giocatori e che ora sarà avversario in Europa League, come uno dei principali giocatori da arginare. Kalidou Koulibaly avrà il compito di fermarlo.

Nello Spartak Mosca di giovedì ci sarà un ex calciatore di Spalletti, bocciato dallo stesso mister di Certaldo che non vide in lui del potenziale. Ora, invece, è diventato un bomber in Russia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli-Spartak Mosca, i precedenti: la Coppa Campioni, ma non solo

Ponce, l’attaccante dello Spartak da temere

L’attaccante argentino numero 9 del club russo sarà uno dei principali pericoli della formazione di Rui Vitoria. Ezequiel Ponce ha messo a segno già 4 reti in stagione in dieci presenze. Nato a Rosario nel 1997 ha avuto un passato in Italia, nella Roma prima di Garcia poi di Spalletti, senza mai riuscire ad esordire in prima squadra. All’epoca era molto giovane, aveva appena 18-19 anni, ma fu anche molto sfortunato a causa degli infortuni. Un confronto con l’attuale mister azzurro gli ha cambiato la vita.

Ezequiel Ponce e quel colloquio con Spalletti: “Fu duro, ma mi ha aiutato”

Ezequiel Ponce
Ezequiel Ponce, attaccante dello Spartak Mosca (GettyImages)

Ponce ha avuto un confronto proprio con Spalletti nel suo trascorso in giallorosso, e lo stesso allenatore lo bocciò: “Non c’è spazio per te in squadra“. Un rospo difficile da digerire, un colpo che però Ezequiel è riuscito ad incassare. Ha girovagato l’Europa (Granda, Lille e Atene), per trovare la sua dimensione nel campionato russo. Ha siglato ben 25 reti in 72 partite con la maglia del club di Mosca e ora sarà prossimo avversario del Napoli, forse il più temuto visto il suo andamento.

Quel discorso di mister Luciano mi aiutò a crescere e diventare quello che sono – ha dichiarato tempo fa ai microfoni di Gianlucadimarzio – Ho capito che dovevo migliorare per giocare in una squadra di stelle“. E ora si potrà riprendere la sua rivincita contro Spalletti: Ponce sarà titolare nella sfida tra Napoli e Spartak Mosca.