Il Napoli non perde di vista il mercato: occhi sul bomber della Serie B

0
398

Il mercato torna d’attualità al Napoli: mirino puntato sul capocannoniere della Serie B, il giocatore rivelazione tra i cadetti.

Lucca Pisa Napoli mercato
Lorenzo Lucca, obiettivo di mercato del Napoli (Getty Images)

La Serie B è da sempre un campionato di primaria importanza per gli osservatori a caccia di affari, una fucina di talenti tenuta d’occhio anche dai top club italiani: impossibile, in questo primo scorcio di stagione, non notare Lorenzo Lucca, spilungone di 2 metri in forza al Pisa. Il riferimento non è alla sua stazza fisica, inusuale per un 21enne, ma al rendimento che parla chiaro: sono già 6 le reti messe a segno da colui che è stato soprannominato ‘La Torre di Pisa’ (il motivo è presto detto), bottino utile per guardare tutti dall’alto verso il basso (ci risiamo) nella classifica dei marcatori.

Di Lucca si mormora che anche il commissario tecnico Roberto Mancini sia rimasto folgorato, valutando addirittura la ‘pazza’ idea di convocarlo in Nazionale: per ora l’ariete di Moncalieri deve accontentarsi dell’Under 21 ma, a giudicare dalla qualità delle società a lui accostate, c’è da scommettere sul fatto che il suo sarà un futuro radioso. Tra queste c’è anche il Napoli che, come riportato da ‘Radio Kiss Kiss’, monitora i suoi costanti miglioramenti per non farsi trovare impreparato in vista di un’eventuale asta di mercato con Inter, Milan e Juventus, gli altri club interessati a Lucca.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Insulti a Koulibaly, identificato il responsabile al ‘Franchi’: sarà pugno duro

Napoli, a gennaio un mercato ‘diverso’?

Lucca Italia Napoli mercato
Lorenzo Lucca, obiettivo di mercato del Napoli (Getty Images)

Lucca sarebbe il colpo di mercato perfetto per la piazza partenopea: giovane, di talento e dall’avvenire roseo, il profilo perfetto da affidare ad un maestro come Spalletti. Nella rosa azzurra potrebbe prendere il posto di Petagna, ad un passo dal dire addio nella sessione estiva: così avrebbe modo di crescere ulteriormente all’ombra di Osimhen e Mertens, costruendosi il suo percorso in un grande club italiano. Un innesto del genere contribuirebbe a far dimenticare l’immobilismo estivo, rotto in parte dagli arrivi dello svincolato Juan Jesus e di Anguissa, rivelatosi un colpo last minute di grande valore.