Insigne torna sul rinnovo: le sue parole spaventano i tifosi

0
380

Lorenzo Insigne, capitano del Napoli, ha parlato del rinnovo con la società azzurra, dichiarando quanto non si tratti di una situazione semplice da risolvere.

L’estate da campione d’Europa di Lorenzo Insigne e la maturazione completa del suo percorso professionale, hanno resto il capitano del Napoli sicuramente più consapevole e ancora più completo. Un aspetto che in campo si sta notando e anche fuori per ciò che riguarda il rapporto tra la squadra e la piazza. Tuttavia, per Insigne resta in sospeso il passo più importante, ovvero il rinnovo con il club azzurro.

Insigne sul rinnovo col Napoli: “Non è una questione semplice”

Insigne durante un allenamento con la Nazionale
Lorenzo Insigne, Napoli (Getty Images)

Sarebbe un gran peccato se le strade si separassero in estate, proprio quando a Insigne e al Napoli non manca nulla per consolidarsi e puntare sempre più in alto, ma trattare non è semplice. Dopo un’estate di gelo e silenzi, prima della sfida di Europa League contro lo Spartak Mosca, l’entourage dell’attaccante e il presidente De Laurentiis si sono incontrati e confrontati in un clima disteso e positivo. Difficile, infatti, parlare di fumata bianca quando molto dipenderà dalla qualificazione in Champions League del Napoli. Da ciò potrebbe nascere la proposta definitiva della società in quanto all’ingaggio del capitano, attualmente da 4,5 milioni di euro a stagione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Insulti a Koulibaly, identificato il responsabile del Franchi: sarà pugno duro

Che la situazione sia ancora in stallo nonostante i discorsi avanzati l’ha fatto capire chiaramente lo stesso giocatore, che durante il Festival di Trento ha parlato del suo rinnovo col Napoli: “Ho un contratto fino al 2022, anche se è in scadenza, come ho detto in questi giorni, voglio stare solo concentrato sul campo, al di là delle altre situazioni c’è il mio procuratore che ha parlato con il presidente. Non è una questione facile“. No, non lo è ma il tempo non è mai alleato: chi ne ha, non ne perda in indugi.