Insigne e Ronaldo insieme? Quella volta che Lorenzo “snobbò” CR7

0
350

Insigne non ha ancora firmato il rinnovo e sembra che il Manchester United possa affondare il colpo: ma Lorenzo non vuole giocare con Cristiano Ronaldo.

Cristiano Ronaldo e Insigne
Cristiano Ronaldo e Insigne (Gettyimages)

Si complica la trattativa tra il Napoli e Lorenzo Insigne a causa delle richieste di rinnovo da parte del calciatore e del suo entourage. Il contratto del capitano scadrà a giugno 2022 e sembra che le discussioni possano arrivare fino al prossimo anno. Entrambe le parti vogliono trovare l’accordo, ma manca un punto d’incontro. 3,5 milioni di euro a stagione sarebbe la proposta di ingaggio avanzata da De Laurentiis, addirittura minore dello stipendio percepito attualmente dal calciatore, secondo quanto affermato da Calciomercato.it.

E allora, si sarebbero inserite Inter e Manchester United, pronte ad accontentare le richieste economiche del Campione d’Europa. Mentre l’ipotesi nerazzurra può essere snobbata per non tradire i tifosi del Napoli, l’ipotesi Red Devils sembrerebbe distante anni luce dalla concezione di calcio dell’attaccante di Frattamaggiore. Infatti, Insigne non sarebbe molto contento di giocare al fianco di Cristiano Ronaldo: una sua vecchia intervista lo rivela.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> L’incrocio pericoloso e un precedente da non dimenticare

Insigne su Cristiano Ronaldo: “Preferisco Messi”

Lorenzo Insigne e Leo Messi
Lorenzo Insigne e Leo Messi (GettyImages)

Quando CR7 arrivò in Serie A con il trasferimento dal Real alla Juventus, l’accoglienza del capitano del Napoli è stata particolare. In una chiacchierata alla Gazzetta dello Sport risalente al 2018, Lorenzo Insigne parlò così del dualismo tra Cristiano Ronaldo e Messi: “Per come intendo io il calcio, preferisco Leo. Certo, non si discutono le qualità di Ronaldo: cinque Palloni d’Oro non si vincono da soli“.

Il portoghese e l’italiano sono agli antipodi. Due calciatori da immense doti tecniche, ma così diversi calcisticamente e tatticamente. E non è un caso che il capitano del Napoli preferisca Messi e la sua genialità, il suo dribbling, il suo estro. Caratteristiche fisiche e tecniche tra Leo e Lorenzo, peraltro, sono anche più simili.