Meret contro Ospina, ci siamo: c’è un giorno in cui Spalletti dovrà decidere

0
306

Cambiano gli allenatori e cambiano le gestioni, ma è sempre Meret contro Ospina: Spalletti sarà presto chiamato a decidere

Ospina concentrato nel riscaldamento
Ospina (Getty Images)

Se con Carlo Ancelotti era soltanto accennata, con Gennaro Gattuso è stata ribaltata e poi consolidata. E adesso, con Luciano Spalletti è tornata in auge e di nuovo sotto la lente di ingrandimento. La ‘rivalità’ tecnica tra Alex Meret David Ospina è diventata più forte di prima, con il colombiano che sembra aver (ancora una volta) scalzato l’ex Spal e Udinese, nelle gerarchie azzurre.

Soprattutto, i tanti e continui infortuni del portiere campione d’Europa, ne stanno frenando nuovamente l’ascesa. Mentre dall’altra parte, il colombiano continua a garantire prestazioni solide e degne della maglia da titolare. Una bella gatta da pelare per Spalletti ed il suo Napoli, che si trova ancora dinanzi ad un possibile caso Meret.

LEGGI ANCHE >>> L’incrocio pericoloso e un precedente da non dimenticare

Meret sconsolato in campo
Meret (Getty Images)

Spalletti, Ospina e il caso Meret: tre partite per decidere il titolare

Come riportato dall’edizione online de ‘La Gazzetta dello Sport’, il Napoli rischia di fare i conti con una piccola (grande) grana interna. Da tre anni, Alex Meret è di fatti un precario della porta, con Ospina che lo ha spesso scavalcato nelle gerarchie delle ultime gestioni. Anche Spalletti sembra averlo consacrato come titolare, complice anche l’infortunio dell’ex Spal e l’alternanza che lo ha rivisto in porta per l’unica sconfitta stagionale degli azzurri (contro lo Spartak Mosca, ndr).

Adesso, il tecnico di Certaldo ha tre partite per giungere ad una conclusione e individuare il titolare della propria sette-per-due. Indifferentemente dalle problematiche contrattuali o dai mal di pancia di uno o dell’altro escluso. E tra Torino, Legia Varsavia RomaSpalletti sarà chiamato a sciogliere i propri dubbi sul dualismo Meret-Ospina.

Contro i granata, il primo è abbastanza sicuro di un posto da titolare (complice un rientro last-minute dal Sudamerica, dello stesso Ospina), anche se il focus è tutto da spostare verso Roma-Napoli. Perché poco importa delle alternanze, del turnover o di che altro: chi sarà in campo a difendere la porta azzurra, tra le mura dell’Olimpico, sarà per Spalletti il designato titolare per la stagione. O almeno quello più vicino ad esserlo.