Belotti ritrova il Napoli: quel precedente che fa tremare i tifosi azzurri

0
366

Andrea Belotti si appresta a fare il suo ritorno in campo in Napoli-Torino: un precedente col ‘Gallo’ non evoca bei ricordi agli azzurri.

Belotti Torino Napoli
Andrea Belotti, capitano del Torino (Getty Images)

Con la sosta dedicata alle nazionali ormai in archivio, la Serie A è pronta a tornare protagonista nei weekend dei tifosi italiani: per il Napoli c’è l’insidiosa sfida al ‘Maradona’ contro il Torino di Ivan Juric, tecnico che ai tempi del Verona ha sempre dato filo da torcere agli azzurri. Ma l’incrocio con i granata sarà anche l’occasione giusta per rivedere Andrea Belotti, recuperato dall’infortunio al tendine peroneo che gli ha fatto saltare le ultime cinque gare di campionato: il ‘Gallo’ sarà con ogni probabilità uno dei titolari nell’undici piemontese, riprendendosi così il posto che gli spetta al centro dell’attacco.

Koulibaly e compagni dovranno prestare particolare attenzione alle giocate di Belotti, che quando affronta il Napoli offre quasi sempre una marcia in più: sono cinque le reti rifilate ai partenopei in carriera, anche se l’ultima risale addirittura ad un Torino-Napoli di oltre tre anni fa. Indimenticabili, ma solo per il ‘Gallo’, le prime due: il 24 settembre 2014 impose il 3-3 col suo Palermo, trascinato con una doppietta all’allora stadio ‘San Paolo’, gelato da un ragazzo di appena 20 anni alle prime gioie realizzative in Serie A.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dualismo Meret-Ospina, scoppia la polemica: questo non aiuta

Napoli, attento a Belotti: il ‘killer instinct’ è ancora vivo

Belotti Torino Napoli
Andrea Belotti, capitano del Torino (Getty Images)

Nonostante le poche chance di mettersi in mostra, Belotti ha comunque trovato il modo di timbrare il cartellino in questa stagione: suo il sigillo del momentaneo pareggio granata all’esordio contro l’Atalanta, vittoriosa con la zampata del giovane Piccoli nel recupero. I problemi fisici hanno poi fatto il resto, impedendo al ‘Gallo’ di cantare come avrebbe voluto: tra sirene di mercato e distrazioni di vario genere, il Napoli è avvisato.