Napoli-Torino 1-0, sintesi e tabellino: Osimhen match-winner

0
415

Si allunga la striscia di successi consecutivi in campionato del Napoli: al ‘Maradona’ finisce 1-0 sul Torino, Osimhen decisivo.

Bremer Osimhen Napoli Torino
Bremer e Osimhen a duello in Napoli-Torino (Getty Images)

Sono otto le vittorie di fila del Napoli che supera di misura il Torino di Juric, condannato da Osimhen nel finale. Anche tante recriminazioni da parte azzurra, tra un rigore sbagliato da Insigne e una rete annullata a Di Lorenzo.

Match subito in salita per i granata, colpiti dall’infortunio subìto a freddo da Mandragora: Juric è costretto ad inserire il giovane Kone dopo appena otto minuti. Osimhen fa reparto da solo lì davanti e per poco non fa crollare il ‘Maradona’: la sua botta di destro non inquadra lo specchio della porta per questione di centimetri. La timida risposta ospite è affidata ad un colpo di testa del solito Bremer, imitato da Osimhen che sale in cielo ma spara alto. Di Lorenzo è uno dei migliori ed è furbo a farsi fare fallo in area da Kone, che lo abbatte sugli sviluppi dell’ennesimo schema su calcio di punizione: Insigne si incarica dell’esecuzione del rigore ma calcia malissimo, permettendo a Milinkovic-Savic di respingere. Questo è già il terzo penalty sbagliato dal capitano azzurro. Brekalo testa i riflessi di Ospina, Koulibaly quelli di Milinkovic-Savic che sembra esaltarsi tra i pali. Il Torino beneficia di spazi invitanti in contropiede, ma Sanabria non concretizza l’ottimo ribaltamento di fronte.

Il Napoli il vantaggio lo troverebbe pure, se non fosse per la millimetrica posizione di offside di Di Lorenzo, il cui colpo di testa vincente è vanificato dal check del VAR che certifica l’irregolarità dell’azione. Spalletti fa entrare Lozano che impiega tre minuti per far sentire la sua presenza: il diagonale del messicano si stampa sul palo e si resta così sullo 0-0. Brekalo fa il fenomeno a suon di slalom nell’area napoletana ed è solo grazie ad un super riflesso di Ospina se il punto granata non arriva. Belotti si rivede in campo dopo l’infortunio, ma è Brekalo il più pericoloso: la spaccata del croato sul secondo palo è imprecisa. La gara di Insigne finisce al 71′ in concomitanza con l’ingresso di Mertens, chiuso nella morsa organizzata dai difensori granata che però devono capitolare al minuto 81: azione tambureggiante del Napoli con flipper risolto dalla capocciata di Osimhen, giunto al quinto goal in campionato (l’ottavo in stagione considerando anche l’Europa League). Il Torino prova con le ultime forze rimaste a catapultarsi dalle parti di Ospina, ma ormai è troppo tardi: Spalletti vince ancora e sogna in grande, Juric si lecca le ferite.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il Napoli cambia pelle: maglia speciale per celebrare Halloween

Napoli-Torino 1-0, il tabellino

Insigne Napoli Torino
La disperazione di Insigne in Napoli-Torino (Getty Images)

Marcatori: 81′ Osimhen

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz, Zielinski (71′ Mertens); Politano (59′ Lozano, 89′ Juan Jesus), Osimhen, Insigne (71′ Elmas). All. Spalletti

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Bremer, Rodriguez (66′ Buongiorno); Singo, Lukic, Mandragora (8′ Kone, 89′ Warming), Aina; Linetty (67′ Pobega), Brekalo; Sanabria (67′ Belotti). All. Juric

Arbitro: Sacchi

Ammoniti: Rodriguez (T), Linetty (T), Pobega (T), Koulibaly (N), Anguissa (N), Belotti (T)

Espulsi: nessuno