Salernitana-Napoli, il derby e la storia di una rivalità che viene da lontano

0
508

Salernitana-Napoli è la storia di un derby e di una rivalità che viene da molto lontano. L’ultimo incrocio in Serie A nel Dopoguerra.

Tifosi Salernitana
I tifosi della Salernitana (Getty Images)

La corsa del Napoli trova sulla sua strada un ostacolo sulla carta tecnicamente non insormontabile ma da prendere assolutamente con le molle. Domenica infatti si gioca il derby contro la Salernitana. Una partita che non può essere come tutte le altre a causa di un’antica rivalità tra le due tifoserie.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La difesa bunker del Napoli

Salernitana-Napoli, derby e rivalità cittadina

In realtà la sfida tra Salernitana e Napoli manca in Serie A addirittura dal 1948 (0-0) ma gli incroci tra le due squadre negli ultimi anni non sono comunque mancati. L’ultima volta risale all’estate del 2009 in gara unica, vinta dal Napoli in casa con un secco 3-0. Vittoria azzurra per 3-1 anche nell’autunno 2008, sempre in Coppa Italia ma agli ottavi di finale. Le ultime sfide di campionato invece si sono giocate nel 2003 in Serie B ed entrambe terminarono sul risultato di 0-0.

Al termine della stagione il Napoli chiuse quattordicesimo e la Salernitana quindicesima ma gli azzurri vennero retrocessi d’ufficio cause inadempienze finanziarie. Per trovare un successo del Napoli a Salerno quindi bisogna tornare al 10 agosto 1982 in Coppa Italia, quando gli ospiti ebbero la meglio grazie a un discusso calcio di rigore trasformato da Ferrario.

Curva Napoli
I tifosi della Curva A (Getty Images)

Ma come e perché è nata la rivalità tra Salernitana e Napoli? Le due città, divise da soli 50 km, non si sono mai amate soprattutto a causa del classico campanilismo regionale che si vive in Italia e vede i capoluoghi spesso mal sopportati dalle altre comunità locali. Una consuetudine presente anche in Campania nei confronti di Napoli.

Ecco perché la sfida dell’Arechi si annuncia bollente tanto che la Prefettura di Salerno, tenuto conto dei profili di rischio della gara, ha disposto la chiusura del settore ospiti ed il divieto di vendita dei biglietti, negli altri settori, ai residenti nelle provincie di Napoli, Caserta, Avellino e Benevento, fatti salvi i possessori di tessera di fidelizzazione della Salernitana. Un tentativo di evitare contatti ed eventuali incidenti tra due tifoserie che non si sono mai amate. E mai lo faranno.