Classifica dribbling riusciti, c’è anche un azzurro: ma il nome è sorprendente

0
437

Nella classifica dei dribbling riusciti c’è anche un calciatore del Napoli: il nome è però sorprendente ed insospettabile

Esultanza Napoli classifica dribbling
Esultanza Napoli dopo un gol (LaPresse)

Nel calcio moderno avere in rosa un calciatore in grado di saltare l’uomo e creare superiorità numerica in proiezione offensiva non ha prezzo. I cosiddetti “dribblomani“, coloro che siano in grado di far saltare il banco, di creare quella situazione di vantaggio che possono poi trasformarsi in situazioni pericolose.

In Serie A non mancano di certo questo tipo di calciatori, soprattutto nei top club; il migliore per dribbling riusciti è Felipe Anderson. Il brasiliano, tornato alla Lazio nella scorsa estate, voluto da Sarri, sta facendo decisamente la differenza nella squadra biancoceleste. Ben 30 i dribbling riusciti, un numero davvero poderoso.

Sei in più del “cugino” Zaniolo, che divide la seconda posizione della speciale classifica con l’esterno del Sassuolo Jeremie Boga, una delle armi più affilate dei neroverdi guidati da Dionisi. Tutti esterni o, comunque, calciatori offensivi, che giocano in porzioni di campo molto vicine alla porta avversaria, proprio per creare più pericoli possibili.

LEGGI ANCHE >>> La difesa ‘bunker’ del Napoli: 3 goal subiti, solo in due hanno fatto meglio

Classifica dribbling, Anguissa il migliore tra gli azzurri

Frank Anguissa classifica dribbling
Il centrocampista del Napoli Frank Anguissa (LaPresse)

Anche il Napoli, però, può contare su un “dribblomane“; a scorrere la classifica, però, al quarto posto c’è un insospettabile, almeno per chi non abbia seguito il Napoli con assiduità in queste prime giornate di campionato. Niente Insigne, tantomeno Politano o Lozano e nemmeno Osimhen; il miglior calciatore del Napoli per dribbling riusciti è Frank Anguissa.

Il centrocampista camerunense si è rivelato preziosissimo nel gioco del Napoli fin dal suo debutto contro la Juve. Uno schermo davanti alla difesa impossibile da superare, un recupera palloni senza soluzione di continuità in grado di garantire con la massima efficienza le due fasi.

E la classifica dei dribbling ne è un esempio lampante; difende ed attacca, lanciando l’azione offensiva creando superiorità numerica con i suoi dribbling, ben 22 riusciti. Un giocatore al momento imprescindibile per Spalletti, con il tecnico che lo esclude sistematicamente dalle rotazioni e dalle legge del turn over.