Napoli-Verona sei mesi dopo: quante cose sono cambiate!

0
464

Napoli-Verona si presenta come una sfida diversa dalle altre. Gli uomini di Spalletti sono chiamati a riscattare il pareggio dello scorso anno che è costato la Champions

Osimhen e Spalletti
Osimhen e Spalletti (GettyImages)

Il Napoli scenderà in campo Domenica alle 18.00 contro il Verona nella sfida valida per la dodicesima giornata di serie A. Gli uomini di Spalletti, reduci dalla vittoria in Europa League contro il Legia Varsavia, proveranno a riscattare il passo falso dello scorso anno che è costato la qualificazione in Champions League. A distanza di sei mesi le due squadre sono guidate da due allenatori differenti. Da una parte Tudor, chiamato a campionato in corso, che è riuscito a dare una scossa alla propria squadra. Dall’altra Spalletti che in questi primi mesi ha già dimostrato di poter gestire alla grande l’ambiente Napoli, proiettando i partenopei al primo posto in classifica alla pari del Milan.

Verona, il pareggio di 6 mesi fa brucia ancora

Verona-Napoli
Meret Napoli-Verona (Getty Images)

Si concluse con il risultato di 1 a 1 l’ultimo confronto tra Napoli e Verona. Gli azzurri, dopo essere passati in vantaggio con Rrahmani si fecero rimontare dal gol di Faraoni, che ribaltò la situazione in classifica con il Napoli che si fece scavalcare dalla Juventus al quarto posto valido per l’accesso in Champions League. La mancata qualificazione all’Europa che conta provocò molte contestazioni alla dirigenza, alla squadra e all’allenatore Gattuso, con quest’ultimo esonerato poche ore dopo la disfatta.

Il Verona si presenta al San Paolo nella migliore condizione possibile. La squadra di Tudor, dopo aver trionfato in casa contro la Juventus, sogna di ripetersi anche contro il Napoli primo in classifica. I veronesi non sono nuovi a questo tipo di imprese. Da quando hanno cambiato allenatore i gialloblu hanno trionfato con Roma, Lazio e Juventus, tutte squadre di alta classifica.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI>>>  Osimhen e i social, quanti scivoloni: “Ho la testa dura”

Napoli-Verona: le probabili formazioni

Spalletti proverà a recuperare Osimhen ma difficilmente il nigeriano partirà dal primo minuto mentre Juan Jesus prenderà il posto dello squalificato Koulibaly al centro della difesa. Il Verona rischia di perdere per questa sfida Ilic, causa problema ad una caviglia. Bessa potrebbe prendere il posto di Tameze in mediana e al centro dell’attacco ci sarà il solito Simeone.

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Anguissa, Ruiz; Politano, Zielinski, Insigne; Petagna. All. Spalletti

Verona (3-4-2-1): Montipò; Casale, Gunter, Dawidowicz; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazovic; Barak, Caprari; Simeone. All. Tudor