“Napoli-EA7, attenzione ai 9 milioni”: la verità sullo sponsor tecnico

0
420

Napoli e l’accordo di sponsorizzazione da 9 milioni di euro con il marchio EA7: tutta la verità sul contratto

Lorenzo Insigne Napoli EA7
Il capitano del Napoli Lorenzo Insigne (LaPresse)

Il Napoli, a partire da questa stagione, ha come sponsor tecnico Giorgio Armani, con il marchio EA7, quello più sportivo del famoso brand italiano. Un’operazione unica nel suo genere, considerato come lo stilista mai, prima d’ora, era entrato nel mondo del calcio, limitandosi solo al basket, dove sponsorizza la casacca dell’Olimpia Milano, oltre alla Nazionale olimpica italiana.

Abbandonata Kappa, il Presidente De Laurentiis ha scelto come sponsor un marchio di livello internazionale, conosciuto in tutto il mondo, con lo scopo anche di rendere il brand Napoli ancora più conosciuto e veicolato nel mondo.

Le cifre dell’accordo sono state svelate dallo studio di KPMG Football Benchmark e sarebbe addirittura il secondo più oneroso al mondo dopo quello stipulato dall’Everton con Hummel in epoca post pandemia da Covid-19. Si parla, infatti, di un contratto da 9 milioni di euro con EA7.

LEGGI ANCHE >>> Armani veste il Napoli: quel precedente che di sicuro non ricordate

Napoli, la situazione relativa allo sponsor

Ma è davvero così? non è esattamente così la situazione. O, almeno, non proprio. L’accordo tra EA7 ed il calcio Napoli, infatti, è limitato al design. Il club partenopeo, infatti, cavalcando il desiderio del patron De Laurentiis che già da tempo pensava e lavorava a questa soluzione, si autoproduce le divise da gioco e le vende. KPMG, infatti, sul valore dell’accordo, ha citato le “stime di GlobalData”.

D’altronde, come si legge sul sito ufficiale del club azzurro nel comunicato ufficiale relativo proprio alla sponsorizzazione per la stagione 2021/2022, “le divise” che “comprendono le maglie ufficiali dei calciatori saranno prodotte e commercializzate dalla Società Sportiva Calcio Napoli“. Di fatto “l’accordo prevede lo studio della creatività delle divise ufficiali” si legge ancora e “del materiale tecnico di prima squadra e Primavera“.