Napoli, a Mosca senza “aiuti”: gli azzurri non hanno altra scelta

0
382

Il Napoli sarà a Mosca senza “aiuti”: gli azzurri non hanno altra scelta, la decisione arrivata dall’Uefa e dalla Russia

Napoli Spartak Mosca
Il Napoli in campo (LaPresse)

Il Napoli è al lavoro al Konami Training Center di Castel Volturno in vista della super sfida della 13ma giornata contro l’Inter. Sarà una gara molto intensa, un big match che potrà regalare agli azzurri le giuste risposte, su tutte la vera forza della squadra e la possibilità di poter lottare per lo scudetto fino in fondo.

Spalletti ha ritrovato tutti i suoi nazionali e può lavorare in attesa della partenza per Milano che arriverà domani. La sfida all’Inter è la prima di un vero e proprio tour de force che vedrà i partenopei scendere in campo per sette volte in 21 giorni, con una media esatta di una gara ogni tre giorni.

L’Inter, poi lo Spartak Mosca in Europa League e la Lazio domenica prossima per un trittico davvero da brivido, dove saranno fondamentali tutti i calciatori della rosa a disposizione del mister.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, un mese di fuoco: Spalletti ritorna al vecchio metodo

Napoli, in Russia senza i tifosi: il motivo

Tifosi Napoli
Tifosi Napoli (LaPresse)

A Mosca, dove il Napoli potrebbe giocarsi una grande chance di qualificazione e, soprattutto, primo posto nel girone, sarà completamente solo. Gli azzurri, non potranno ricevere il sostegno dei tifosi causa Covid. Come sostenuto dal console italiano nella capitale russa, infatti, non sono stati rilasciati i visti d’ingresso (la Russia, naturalmente, non fa parte dell’UE) e potrà assistere alla gara solo chi si trovi già nel Paese.

La pandemia è quasi fuori controllo e, se l’Uefa ha confermato la sede senza modifica a data ed orario, la capitale moscovita è appena uscita da un nuovo lockdown con tanto di blocco dei visti di ingresso.

La gara, quindi, si giocherà regolarmente ma con tutte le restrizioni ed i controlli del caso dovuti ad una situazione pandemica che non accenna ad allentare la morsa sull’Europa e sul mondo. Il Napoli, quindi, sarà da solo, senza la possibilità di poter godere del suo splendido tifo.