Il Napoli studia la maschera protettiva per Osimhen: ma c’è un problema

0
527

Victor Osimhen potrebbe indossare una maschera protettiva nei prossimi mesi: idearne una adatta a tutte quelle fratture non è però semplice.

Osimhen maschera Napoli
Osimhen lascia il campo infortunato (LaPresse)

La settimana da incubo del Napoli non sembra avere fine: ai tanti infortuni che hanno colpito la rosa di Spalletti si sono aggiunti anche i risultati negativi, nello specifico le due sconfitte contro Inter e Spartak Mosca che rischiano di dare una svolta negativa alla stagione. Al ‘Maradona’ con la Lazio servirà una risposta decisa, ovviamente senza poter contare sul contributo di Victor Osimhen, recentemente operato al volto per ridurre le fratture multiple e scomposte dello zigomo e dell’orbita dell’occhio sinistro.

Prognosi di 90 giorni per il bomber nigeriano, che salterà così la Coppa d’Africa in programma tra gennaio e febbraio in Camerun. Rientro previsto ai primi di marzo, con una flebile speranza ad accompagnare l’attesa per il suo ritorno: in casa Napoli si sta studiando una mossa per provare ad anticipare, seppur in minima parte, la disponibilità di Osimhen, che in tal caso dovrebbe indossare una maschera protettiva pensata appositamente per preservarlo dal tipo di infortunio che lo ha colpito.

L’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ spiega però come ci sia un problema evidente e non di facile superamento nell’ideazione di questa speciale maschera: il fatto che le fratture coinvolgano anche lo zigomo superiore è un intoppo serio, considerato che le maschere abituali solitamente ‘scaricano’ sul sopracciglio, eventualità che nel caso di Osimhen non sarebbe possibile.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Un anno dalla morte di Maradona: l’omaggio di De Laurentiis – VIDEO

Maschera speciale per Osimhen: ma sui tempi c’è incertezza

Osimhen Napoli maschera
Osimhen lascia il campo infortunato (LaPresse)

Naturalmente l’utilizzo della maschera (a patto che venga trovata una soluzione per la realizzazione) avverrebbe soltanto al momento del via libera da parte dei medici per il ritorno in campo in completa sicurezza di Osimhen, legato inevitabilmente all’evoluzione del problema che darà risposte più certe nelle prossime settimane. Non è da escludere un intervento sul mercato da parte di Giuntoli a gennaio, per dare manforte al reparto avanzato e rendere la vita più facile a Spalletti, sommerso da una miriade di notizie negative in così poco tempo.