Statua Maradona già rimossa: cosa manca, quando torna e dove sarà collocata

0
1852

Perché la statua di Maradona esposta fuori lo stadio è stata già tolta? Ecco quando l’opera tornerà visibile e dove sarà collocata.

Statua Maradona
Statua Maradona (Napolicalciolive)

Dopo una giornata intensa e ricca di emozioni, la statua di Maradona esposta fuori il settore dei distinti superiori è stata già rimossa dal Comune. Ieri, una folta delegazione di argentini prevalentemente tifosi del Boca Juniors ed il popolo napoletano, ha omaggiato e ricordato Diego nell’anniversario della sua morte.

Il campione argentino è diventato opera artistica grazie alla mano dello scultore partenopeo Domenico Sepe, il quale ha voluto ricordare quanto significhi per lui aver creato la statua di Maradona. E lo stesso artista ha annunciato che l’opera sarebbe stata rimossa in tarda serata e che ritornerà al suo deposito. Ma quando sarà possibile vederla definitivamente allo stadio Diego Armando Maradona? L’artista e l’assessore allo sport hanno risposto a queste domande.

Leggi anche >>> Inaugurazione statua Maradona: le parole dello scultore – VIDEO

Statua Maradona, dove sarà collocata l’opera

Domenico Sepe, scultore
Domenico Sepe, scultore (Napolicalciolive)

Durante l’incontro tra De Laurentiis e l’artista, sotto la statua del Pibe de Oro, l’assessore allo sport ha voluto rassicurare il presidente del Napoli, dichiarando che l’opera sarebbe sparita temporaneamente “perché manca l’autorizzazione del genio civile. Abbiamo ottenuto la delibera per questa giornata speciale, ma la statua tornerà nel deposito di Sepe e sarà installata a brevissimo“. Dove sarà collocata? Proprio all’esterno dell’impianto di Fuorigrotta: “La rimetteremo fuori i Distinti Superiori, questa è la sua collocazione“, ha affermato Emanuela Ferrante.

Inoltre, anche l’artista Domenico Sepe ha ribadito che la sua opera d’arte donata alla città e al popolo napoletano sarà visibile definitivamente fuori lo stadio: “Credo che entro un mese sarà completato tutto l’iter burocratico“. Dunque, grazie alla collaborazione tra Comune, Sepe e la SSC Napoli, il dono e l’omaggio di Diego sarà alla portata di tutti i tifosi.