Insigne, altro che Toronto: il capitano ha smentito tutti così

0
332

Lorenzo Insigne ha firmato per il Toronto ma il capitano è concentrato solo sul Napoli: ieri ha smentito tutti così

Lorenzo Insigne in azione
Il capitano del Napoli Lorenzo Insigne (LaPresse)

Lorenzo Insigne ha iniziato il 2022 non certo nel migliore dei modi, almeno per quanto riguarda il mondo esterno. Il capitano ha infatti firmato il contratto nuovo di zecca con il Toronto in un albergo romano, con tanto di telecamere delle tv a documentare il tutto a due giorni dalla sfida contro la Juve.

Una situazione, questa, che non è stata gradita dai tifosi all’ombra del Vesuvio, soprattutto per la tempistica del gesto. In molti hanno immaginato un Insigne già con la testa alla nuova avventura ed al suo contratto da Paperone, proprio nel momento di maggiore difficoltà degli azzurri, reduci dalla sconfitta con lo Spezia e decimati tra Covid, infortuni e Coppa d’Africa.

Sotto la lente d’ingrandimento è quindi finito ieri, con tifosi ed addetti ai lavori curiosi di vedere la sua prestazione e capire anche lo stato psicologico del ragazzo.

LEGGI ANCHE >>> Juan Jesus, nessuno come lui: la statistica che non ti aspetti

Insigne, leader in campo e fuori: che numeri all’Allianz

Lorenzo insigne in azione
Il capitano del Napoli Lorenzo Insigne (LaPresse)

Ed Insigne ha risposto alla grande, da capitano e leader vero; con la fascia da capitano al braccio ha portato i suoi ad un pareggio impronosticabile ad inizio gara, con una prestazione davvero superba.

Insigne ha svolto un ruolo fondamentale in campo, spronando i compagni e dialogando con Domenichini, il vice di Spalletti, ma anche e soprattutto fornendo una prestazione di spessore. Ha aiutato la difesa come sempre, conscio di come alle sue spalle Ghoulam fosse reduce da quasi un anno di inattività ed in attacco è risultato incisivo e pungente.

Non è arrivato il gol, ma ha messo il piede nell’azione del momentaneo vantaggio e le statistiche della Lega lo hanno premiato con numeri eloquenti. Ben cinque i passaggi chiave, più del doppio di ogni altro calciatore in campo, ed altrettante le occasioni da gol create, a dimostrazione di come sia stato pressocché fondamentale. Ed a fine gara ha ringraziato i tifosi azzurri presenti all’Allianz donando loro la maglietta. Un vero capitano, insomma, pronto a lottare fino all’ultimo minuto per la maglia azzurra, proprio quello che si aspettano i tifosi da lui.