Napoli, è il momento decisivo: il calendario non lascia scampo

0
838

In casa Napoli il momento è decisivo: il calendario non lascia scampo agli azzurri, è il mese della verità 

Il campionato riparte dopo la sosta ed il Napoli apre a Venezia un mese che potrebbe essere decisivo per la stagione degli azzurri. Dal 6 febbraio al 6 marzo, quattro settimane da vivere tutte d’un fiato, con gare che stabiliranno le ambizioni di Mertens e compagni. Se la sfida ai lagunari è quella più abbordabile al pari del Cagliari il 20 febbraio, ben tre i big match che attendono gli azzurri.

Esultanza Napoli
I calciatori del Napoli esultano (LaPresse)

Lo scontro diretto con l’Inter sabato 12, poi la Lazio di Sarri ed il Milan a chiudere un mese infernale, nel quale c’è anche la doppia sfida di Europa League contro il Barcellona. Sette gare in 28 giorni, un tour de force che può portare a sognare in grande, con gli azzurri in lotta per il titolo fino al termine della stagione oppure a ridimensionare le aspettative, spostando l’obiettivo sulla sola qualificazione alla Champions, come da programma iniziale.

Napoli, un mese di big match

Napoli in campo
Il Napoli in campo (LaPresse)

Un cammino in campionato da integrare con la possibilità di regalarsi gli ottavi di finale di Europa League, eliminando dal torneo un Barcellona notevolmente rinforzato nel mercato di gennaio. Superato questo scoglio, il Napoli arriverebbe in primavera con un calendario notevolmente più leggero e la sola Atalanta ancora da affrontare.

LEGGI ANCHE >>> Probabili formazioni Venezia-Napoli: ballottaggio in attacco

Un percorso quasi in discesa per gli azzurri che potrebbero sfruttare il vento a favore e mettere fine ad un’attesa lunga oltre 30 anni. La città è pronta, Spalletti ha indicato la via: servirà solo non cadere nei prossimi ostacoli, ad iniziare dal Venezia.

Vietato snobbare il Venezia

Imprescindibile, infatti, focalizzarsi su un obiettivo per volta, senza snobbare l’avversario di turno; sarebbe un gravissimo errore, peraltro già pagato a caro prezzo dagli azzurri anche in questo campionato, contro Empoli e Spezia, due cadute rovinose che stanno influendo non poco sulla classifica attuale dei partenopei e sulla distanza dall’Inter, impegnata oggi nel derby.