La ‘strana’ stagione di Insigne: c’è un dato che fa riflettere molto

0
683

L’ultima stagione napoletana di Insigne offre un dato che riflette le difficoltà incontrate sul terreno di gioco dal capitano.

Lorenzo Insigne in azione
L’attaccante del Napoli, Lorenzo Insigne (LaPresse)

Finora potremmo definire ‘interlocutoria’ l’ultima stagione a Napoli di Lorenzo Insigne: Coppa Italia a parte, gli azzurri sono ancora in piena corsa nelle altre competizioni ma, del capitano, si è parlato soprattutto per motivi riguardanti il calciomercato e non per meriti tecnici mostrati sul campo. A certificare questa difficoltà vi è un dato emblematico, retaggio forse della tormentata trattativa di rinnovo col club non andata a buon fine.

Come riportato dall’agenzia specializzata Opta, Insigne è l’attaccante di Serie A col maggiore minutaggio (1443 minuti giocati) a non aver ancora segnato su azione: tutte e 6 le reti sono infatti arrivate dal dischetto, nelle sfide contro Venezia, Cagliari e Bologna (doppietta) del girone d’andata, e contro Salernitana e Inter in quello di ritorno. L’ultimo goal su azione in campionato risale ormai all’11 maggio 2021, quasi 300 giorni fa, nel 5-0 rifilato all’Udinese nella passata stagione.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, Spalletti vede il record: perché contro il Cagliari può fare la storia

Insigne e il rapporto coi rigori: non è sempre ‘rose e fiori’

Lorenzo Insigne Napoli
Lorenzo Insigne, capitano del Napoli (LaPresse)

Se invece prendiamo in considerazione tutte le competizioni, Insigne un goal su azione in questa stagione l’ha realizzato ma in Europa League: lo straordinario tiro valso il momentaneo 1-0 nel 3-0 contro il Legia Varsavia nel girone, utile per sbloccare una partita complicatasi più del previsto. I calci di rigore, però, non hanno sempre portato fortuna a Insigne, considerato che sui 9 tentativi totali ci sono stati ben 3 errori: uno calciato sopra la traversa col Venezia e due parati dai portieri avversari, Dragowski della Fiorentina e Milinkovic-Savic del Torino. Come disse Roberto Baggio, “i rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli”: e a tal proposito, a Insigne, non si può obiettare nulla.