“Quanto ti ho odiato”, il retroscena di Santacroce su Ronaldinho

0
899

L’ex difensore azzurro Fabiano Santacroce ha rivelato un curioso aneddoto con Ronaldinho, riguardante una partita tra Napoli e Milan nel 2008

I tifosi del Napoli ricorderanno sicuramente con affetto Fabiano Santacroce. Arrivato in azzurro nel gennaio del 2008 su richiesta del tecnico Edy Reja, dopo essersi fatto notare tra le fila del Brescia, Fabiano Santacroce si è subito fatto amare dai tifosi del Napoli.

fabiano santacroce
L’ex difensore del NapoliFabiano Santacroce (Foto LaPresse)

A suon di ottime prestazioni conquista in poco tempo una maglia da titolare nella difesa azzurra, disputando una stagione e mezza da assoluto protagonista. Le prestazioni del centrale italo-brasiliano non passano inosservate neanche all’allora CT della Nazionale Italiana Marcello Lippi, che lo convoca in azzurro in occasione della doppia sfida valida per le qualificazioni ai Mondiali 2010 contro Bulgaria e Montenegro. Purtroppo questa resterà l’unica convocazione in azzurro per Santacroce, che proprio nel suo miglior periodo viene bloccato da numerosi problemi fisici che inevitabilmente gli compromettono la carriera. Dopo l’addio al Napoli la sua carriera è proseguita tra Parma, Padova, Ternana, Juve Stabia, Cuneo e Virtus Verona, per poi ritirarsi ad inizio 2021 all’età di 35 anni.

Fabiano Santacroce, l’aneddoto su Ronaldinho

ronaldinho santacroce
Il post pubblicato da Santacroce (Screenshot Instagram)

Se gli anni ottanta sono stati segnati da Maradona e Platini, a cavallo tra gli anni novanta e l’inizio del nuovo millennio prima dell’arrivo di Messi e Cristiano Ronaldo i giocatori più iconici sono stati Ronaldo e Ronaldinho. Genio e sregolatezza, quest’ultimo è stato sicuramente tra i calciatori che più di tutti ha fatto divertire il pubblico, tra giocate da fuoriclasse e vere e proprie danze con il pallone tra i piedi.

L’ex difensore azzurro Fabiano Santacroce nei giorni scorsi ha pubblicato sul suo profilo Instagram un post molto nostalgico che lo ritrae in “lotta” contro Ronaldinho durante un Napoli-Milan. L’ex difensore ha rivelato che per concentrarsi durante le partite aveva bisogno di “odiare” l’avversario, cosa che gli veniva molto difficile contro l’ex stella di Barcellona e Milan, suo idolo d’infanzia. “E’ difficile cercare di odiare chi per una partita intera quando tocca palla ride,si diverte e fa divertire”, ha raccontato Santacroce, rivelando poi di essere andato a cena proprio con il brasiliano, il quale gli ha fatto i complimenti per la bella partita offrendogli una birra.

“Racconterò sempre a tutti che un giorno nell’arco di due ore ti ho odiato e amato”, conclude così il suo lungo post l’ex difensore italo-brasiliano.