Insigne non molla l’obiettivo: messaggio social a squadra e tifosi

0
284

Insigne commenta sui social il pareggio in extremis nel match di ieri con la Roma e lancia un messaggio in vista del futuro a squadra e tifosi.

C’è un Napoli prima di Insigne, e una squadra che fra qualche mese saluterà il capitano iniziando un nuovo progetto. Una sottile linea divide il futuro da una avventura fatta di successi, di ricorse scudetto, ora di un rinnovo che non è arrivato e di un addio che non tutti hanno digerito, e che divide le colpe.

Lorenzo Insigne
Lorenzo Insigne deciso a non mollare la corsa Scudetto (LaPresse)

In mezzo c’è un campionato in cui ieri è arrivata una delusione allo scadere. El Shaarawy ha strozzato in gola l’urlo del Maradona, dopo una partita iniziata con l’ennesimo gol di Insigne e con l’obiettivo di rispondere ai successi di Inter e Milan. La rete del “faraone” complica i piani di Spalletti, allontana la squadra dalla vetta della classifica, ma con tanti scontri diretti, e 4 punti di distacco dal Milan, la rincorsa è ancora possibile. 

Serve un rush finale senza battute d’arresto, e soprattutto la capacità di allontanare dal gruppo ogni pressione. Dal mercato al futuro d’Insigne, passando per polemiche che non fanno in questo momento bene ad un gruppo capace ieri di tornare a soli due punti dal primato prima di un gol nel recupero che ha scombinato i piani. In un torneo in cui Inter e Milan spesso sono cadute però, tutto è possibile, e a lanciare la volata, scacciando via la tristezza per il pareggio di ieri, ci ha pensato proprio il capitano.

Insigne alla squadra e ai tifosi: “Non molliamo”

Lorenzo Insigne
Lorenzo Insigne saluta i tifosi (LaPresse)

L’obiettivo è uno solo. Per Spalletti, per i tifosi, anche per Lorenzo Insigne, che vorrebbe salutare con la fascia da capitano sul braccio e uno scudetto inseguito nella sua lunga esperienza al Napoli, e di sicuro in alcune stagioni anche meritato. Con 5 partite ancora da giocare, 6 per l’Inter, la corsa è ancora aperta, e il calendario nella prossima giornata concede a Spalletti forse un turno favorevole. 

Il Napoli farà visita all’Empoli che non vince da 13 giornate, Inzaghi ospiterà la Roma, apparsa in grande forma, mentre il Milan partirà in trasferta all’Olimpico dove ad attendere i rossoneri ci sarà la Lazio. Serve un successo a Spalletti, perché dopo la giornata che chiuderà il mese di aprile la strada sarà in discesa soprattutto per l’Inter, almeno a giudicare gli impegni. La speranza dei partenopei, di sicuro delusi ma decisi a non mollare, è quindi viva.

Lo testimonia il messaggio di Insigne, che da capitano ha scelto il modo e il momento giusto per alzare la percentuale di fiducia nell’ambiente e soprattutto il morale. “Quello di ieri è stato un colpo duro per tutta la squadra, – ha ammesso – ma soprattutto per i nostri tifosi che ci hanno sostenuto tutta la partita!! Adesso a testa alta non molliamo fino alla fine”. La volata è lanciata, l’obiettivo si è complicato, ma la matematica dà ancora al Napoli speranza, e l’impressione è che il prossimo turno potrebbe davvero essere decisivo per una lotta allo scudetto ancora molto equilibrata, in cui Insigne non ne vuole sapere di mollare e di trasformare la corsa in un derby di Milano.