La speciale classifica non lascia dubbi: Spalletti può sperare nella rimonta

0
389

Una speciale classifica premia Spalletti e lo lascia sereno in vista del match con l’Empoli: la rimonta è possibile.

Cinque giornate da giocare, verdetti ancora in bilico, una giornata, la prossima, che potrebbe essere decisiva per la lotta scudetto e in chiave Europa. Mai come in questa stagione saranno le ultime giornate a delineare i veri valori delle squadre.

spalletti
Luciano Spalletti (Foto LaPresse)

Di sicuro a causa di una serie di ribaltoni incredibili, di colpi di scena che hanno cambiato la classifica e anche di una netta differenza fra il girone d’andata e quanto accaduto nel ritorno. Analizzando i numeri delle partite finora giocate nella seconda fase della stagione, cambia tutto o quasi.

Non mancano le sorprese, in alcuni casi addirittura clamorose. Su tutte quelle relative ai numeri dell’Atalanta. Dopo un inizio travolgente, in linea con quelli delle passate stagioni, il crollo è stato netto. La Dea nel girone di ritorno ha numeri da retrocessione ed è addirittura quattordicesima in classifica con sole tre vittorie, 4 pareggi e ben 6 sconfitte. Ecco invece chi è al comando della speciale classifica.

La classifica del girone di ritorno ribalta tutto: il Napoli può sperare

Luciano Spalletti
Luciano Spalletti (LaPresse)

Gli ultimi tre posti non rispecchiano la classifica attuale. Il Venezia è la squadra che nel girone di ritorno ha fatto registrare lo score peggiore. Poi l’Empoli proprio l’Empoli, prossima avversaria del Napoli e altra sorpresa dopo un gran girone d’andata. La Salernitana invece ha trovato 11 punti che le permettono di sperare nella salvezza.

Sorprese e rimpianti invece in testa. La Juventus è la squadra che ha messo insieme più punti nella seconda parte del campionato insieme al Milan. Ben 29, soltanto uno in più del Napoli che che dopo Sassuolo e Lazio è anche la squadra che ha segnato di più. Sono 24 le reti fatte dagli azzurri, alla media di quasi due a match. Numeri che fanno ben sperare e di sicuro danno coraggio a Spalletti, deciso a tentare il tutto per tutto iniziando dai prossimi 90 minuti.

In un campionato folle infatti tutto può ancora cambiare e tutto può accadere. Lo testimoniano i numeri dell’Inter. Nel girone di ritorno i nerazzurri con 23 punti sarebbero addirittura ottavi in classifica e il dato riafferma che i giochi sono ancora aperti. Ci spera Spalletti che affronta l’Empoli e attende buone notizie dai match delle milanesi, impegnate in un turno delicato contro le capitoline.