“Nel Napoli gioca gente come Malcuit”: l’attacco al terzino azzurro spiazza

0
147

Pesantissimo attacco nei confronti di Malcuit dopo il ko di ieri del Napoli: parole al vetriolo che scatenano la bufera.

Tutti sul banco degli imputati. Da Spalletti a Meret, passando anche per Malcuit. Sono pochi i protagonisti della sconfitta con l’Empoli ad essere al sicuro dalla bufera, ma gli attacchi non arrivano soltanto dalla tifoseria partenope.

Kévin Malcuit
Kévin Malcuit (LaPresse)

Il brusco stop che ha cancellato le ambizioni scudetto in 10 minuti da incubo ha spinto anche gli addetti ai lavori a puntare il dito. In tal senso arriva un affondo durissimo nei confronti dell’esterno che ieri ha preso il posto di Zanoli, ammonito e sostituito per evitare guai maggiori.

La scelta di Spalletti non è stata premiata però dalla prova del francese, bersagliato dalle critiche così tanto da andare in tendenza sui social e da incassare una valanga di accuse. Sulla prova del terzino è arrivata anche una frase durissima da parte di un procuratore che non ha utilizzato mezze misure.

Attacco a Malcuit: parole al vetriolo

malcuit
Kévin Malcuit (LaPresse)

Sulle vicende di casa Napoli e sulla prova di Malcuit è intervenuto Luigi Lauro. Il procuratore di Pasquale Mazzocchi, esterno della Salernitana autore di una stagione di grande livello, ha attaccato duramente il terzino azzurro in una intervista a “1 Football club” in onda su 1 Station Radio.

Ad una domanda sulle prove che il suo assistito sta fornendo con la maglia della Salernitana, Lauro è stato pungente e diretto. “Direi che Mazzocchi è la rivelazione della Serie A – ha affermato –, soprattutto perché di terzini destri con queste caratteristiche non ce ne sono”. Poi l’affondo. “Anche ieri, contro la Fiorentina, Mazzocchi ha fornito una grande prestazione. Se penso che nel Napoli gioca gente come Malcuit”.

Ancora un duro attacco quindi per il terzino che a giugno andrà a scadenza di contratto. Con 8 presenze in Serie A e un solo assist, il suo apporto in questa stagione è stato modesto, e la partita di ieri potrebbe essere di sicuro una delle ultime a Napoli, in una lunga parentesi della sua carriera che non ha mantenuto le aspettative dei partenopei chiudendosi nel peggiore dei modi.