De Laurentiis-Spalletti, l’amarezza c’è: il punto sulla situazione

0
157

Le continue stilettate a distanza tra De Laurentiis e Spalletti nonostante le rassicurazioni reciproche fanno riflettere. Come finirà?

“Se me lo chiedete sempre il dubbio è vostro”. Luciano Spalletti all’ennesima domanda ha risposto e ha confermato di nuovo la volontà di restare a Napoli. Almeno ufficialmente, perché poi a leggere tra le righe delle ultime dichiarazioni un po’ di insoddisfazione reciproca tra lui e il presidente De Laurentiis traspare.

spalletti
Luciano Spalletti (Foto LaPresse)

Nessun idillio, almeno a giudicare dall’ultima stiracchiata conferma del presidente: “Spalletti l’ho scelto io a gennaio 2021 – ha detto a fine aprile a DAZN – se poi non gli andrà più di restare a Napoli ci daremo la mano e ci saluteremo”. Blindato proprio no, insomma, e Spalletti sembra saperlo bene visto che ad ogni conferenza stampa continua a ripetere “il mio futuro è la prossima partita”, senza mai sbilanciarsi. Il bastone e la carota da parte del suo presidente, che però alla cerimonia di consegna al sindaco della statua di Maradona ha riservato parole al miele per il suo allenatore. “Mi sono preso un po’ di tempo per conoscere Spalletti – ha detto De Laurentiis – L’allenatore è formidabile e l’uomo è serio, quindi anche questa volta ho fatto centro“. Ma poi una mini stilettata che fa riflettere: “Deve sentire Partenope nella sua anima”, che è un po’ come quando disse un po’ sornione “Riprendiamo a correre” o come quella battuta sul Milan che spende meno del Napoli di ingaggi ed è più in alto. Spalletti intanto continua a tenersi stretto il suo terzo posto, manda lo staff a parlare al posto suo e resta attendista. Come finirà? Ufficialmente con una conferma, ma la sensazione è che il vero finale di questa storia potremo conoscerlo solo alla fine della stagione, quando si scopriranno le carte e alle parole seguiranno i fatti.

Napoli-Genoa, le probabili formazioni

lozano
Hirving Lozano (Foto LaPresse)

Intanto c’è un terzo posto da mettere in cassaforte già domenica, quando al Maradona arriverà il Genoa alla ricerca di punti disperati in chiave salvezza. Le probabili formazioni di Napoli-Genoa, gara valida per la 37° giornata di Serie A TIM:

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, F. Ruiz; Lozano, Mertens, Insigne; Osimhen. All. Spalletti

Genoa (4-2-3-1): Sirigu; Hefti, Vasquez, Ostigard, Criscito;, Galdames, Badelj, Portanova; Amiri , Ekuban, Destro. All. Blessin