Il mercato 2.0 del Napoli: adesso c’è una linea da seguire, gli obiettivi

0
311

Dopo Kvaratskhelia e Olivera il Napoli adesso penserà alle cessioni prima di comprare. Da Veretout a Berardi, gli obiettivi azzurri

Completato il primo colpo con Olivera e praticamente chiuso anche il secondo con Kvaratskhelia, adesso inizia la fase due del mercato del Napoli. Le conferme di Anguissa e Juan Jesus sono solo il primo passo nella definizione del Napoli che verrà, che non prescinde dalla regola aurea del calciomercato per De Laurentiis: prima vendere, poi comprare.

olivera
Mathias Olivera (Foto LaPresse)

Tutti utili, nessuno indispensabile, neanche Koulibaly che Spalletti invece aveva blindato con fermezza: “Per me è incedibile”, le sue parole, che però potrebbero non bastare. E così, a seconda di chi dovesse andar via si interverrà sul mercato per sostituirlo. Potrebbe servire un altro esterno alto, soprattutto se va via Politano, e lì i nomi sono tanti e tutti molto interessanti. Da Berardi allo svincolato Bernardeschi passando per Deulofeu, che l’Udinese potrebbe lasciare andare con 10 milioni e avrebbe interesse a venire a Napoli. Attenzione anche a Mario Rui, che sarebbe nel mirino della Lazio di Sarri: pronta quindi la rivoluzione a sinistra con Parisi dell’Empoli a fare coppia con Olivera.

Per il centrocampo si parla con insistenza di Barak, del Verona, ma anche di Veretout e Tameze oltre a Pasalic che però difficilmente lascerà l’Atalanta. Complicato l’affare Pjanic, che sarebbe più un regalo a Spalletti che un acquisto “alla Napoli”. Da definire anche la situazione in porta. Bloccato Sirigu per il ruolo di secondo perché di certo, tra Ospina e Meret, ne resterà massimo uno se non addirittura nessuno dei due. In quel caso per i guantoni da numero 1 si fanno due nomi, entrambi dall’Atalanta: Juan Musso e Pierluigi Gollini.

Mathias Olivera, i numeri nella stagione 2021/2022

Mathias Olivera contrasto
Il nuovo acquisto del Napoli Mathias Olivera con la maglia del Getafe (ANSA)

Mathias Olivera è il nuovo terzino sinistro del Napoli, che contenderà il posto a Mario Rui nella prossima stagione se quest’ultimo non dovesse andare via. Arrivato dal Getafe per una cifra complessiva che si aggira sui 25 mln di euro, il difensore uruguayano ha giocato 32 partite in campionato, praticamente tutte le partite in cui era disponibile, saltandone 4 per infortunio e 2 per squalifica. Un gol realizzato (nel match vinto 4-0 contro il Cadice) e 3 assist (Granada, Levante e Villareal) nel ruolino di marcia di Olivera. Un terzino molto fisico e irruento, come dimostrano le 10 ammonizioni rimediate nel corso del campionato.