Calciomercato Napoli, chi va e chi viene: rivoluzione in un reparto

0
313

Sarà un Napoli a dir poco rimaneggiato quello che affronterà la stagione 2022/23. Non solo Insigne, i big che potrebbero salutare e i sostituti

Juan Jesus ha rinnovato il suo contratto con il Napoli, Anguissa è stato riscattato dal Fulham, e anche Kvaratskhelia, a quanto pare, ha firmato il suo nuovo contratto col Napoli. E’ il presidente della Dinamo Batumi, sua attuale squadra, ad aver annunciato nei giorni scorsi che la firma c’è già stata e ora si attende solo l’ufficialità da parte del Napoli.

spalletti giuntoli
Luciano Spalletti e Cristiano Giuntoli (Foto LaPresse)

Da capire anche se disputerà prima i preliminari di Champions League con la Dinamo Batumi prima di approdare in azzurro. Concluso anche l’affare Olivera, con il terzino ormai ex Getafe che ha già svolto le visite mediche. Affari conclusi e altri lontani dalla conclusione ma comunque possibili. Fra questi c’è Antonin Barak, del Verona, che nell’idea del Napoli andrebbe a prendere il posto di Zielinski qualora il polacco lasciasse Castel Volturno direzione Bundesliga. Valutazione di 40 milioni per Zielinski, simile a quella fatta per Koulibaly. Il Barcellona fa sul serio e prova a portarselo a casa con un anno di anticipo rispetto alla scadenza contrattuale. Con le recenti dichiarazioni del presidente De Laurentiis, a questo punto sembra difficile che il senegalese resti a Napoli, così come Dries Mertens, ambito dalla Lazio di Sarri. Ancora molto intricata la situazione portieri. Il secondo potrebbe essere Sirigu mentre il terzo di sicuro non sarà Idasiak, col suo procuratore che ha espresso volontà di farlo giocare in prestito. Per il ruolo da titolare sprint a due fra Ospina e Meret o cessione per entrambi, con la prospettiva di un’autentica rivoluzione fra i pali: primo, secondo e terzo portiere.

Barak al posto di Zielinski: i numeri del centrocampista del Verona

barak
Antonin Barak (Foto LaPresse)

28 anni da compiere il prossimo dicembre e tanta esperienza in Serie A. Arrivato all’Udinese nell’estate del 2017 a 22 anni, Antonin Barak si fa subito notare con la maglia del club friulano, siglando 7 reti (suo record personale) nella prima stagione a Udine. La stagione successiva viene compromessa da una lombalgia acuta, che lo costringe ad uno stop forzato da gennaio a maggio.

Dopo un breve prestito al Lecce, nel 2020 viene acquistato dal Verona in prestito con obbligo di riscatto. Con gli scaligeri trova subito nuova linfa, conquista un posto da titolare ed eguaglia subito il record di 7 marcature raggiunto con l’Udinese. Nella stagione attuale ha raggiunto addirittura la doppia cifra, attirando l’interesse delle big d’Italia, tra cui anche il Napoli.