Ospina ci ripensa e dà appuntamento a De Laurentiis: cosa manca per la firma

0
328

Ospina allontana l’addio e apre all’offerta di De Laurentiis: prolungamento dell’attuale contratto per altri due anni

Lo scorso 6 maggio il procuratore del portiere del Napoli David Ospina fece spaventare i tifosi azzurri: “Ci sono diverse conversazioni avviate, ma dobbiamo aspettare ancora un po’. Abbiamo un vantaggio molto grande, ovvero che saremo liberi, è un’opportunità per poter scegliere, dovremo scegliere il meglio”, disse alla stampa colombiana. Furono dichiarazioni che fecero raggelare il popolo azzurro, preoccupato per un addio imminente del portiere colombiano. Il suo contratto scade tra pochi giorni, il 30 giugno. Tuttavia, c’è ancora tutto il tempo per trovare un accordo. E infatti la trattativa tra lui e il Napoli non si è mai interrotta davvero.

ospina
Ospina ci ripensa e dà appuntamento a De Laurentiis: cosa manca per la firma (Ansa)

Il club di De Laurentiis usufruiva del Decreto Crescita (che si interromperà) per lo stipendio del giocatore. I partenopei pagavano, in sostanza, solo 1 dei 2 milioni di stipendio dell’estremo difensore. Il suo contratto è in scadenza, e per rinnovare la società di De Laurentiis aveva prima proposto un contratto al ribasso, e poi è salita man mano fino a confermare la stessa cifra (stavolta senza “sconti statali”) per altre due stagioni. Il portiere ha 34 anni la società partenopea ci è andata cauta sulla durata del nuovo accordo.

Ospina, finalmente arriva il sì: cosa manca per la firma

Tuttavia, forse perché l’offerta iniziale non è stata soddisfacente, la trattativa è stata frenata sin da subito. Anche perché il colombiano si è voluto guardare intorno alla ricerca di altre offerte. Intanto, l’allenatore Luciano Spalletti ha fatto della conferma del portiere la sua priorità tra i rinnovi. E così alla fine è stato: sta arrivando la schiarita, forse decisiva. Ospina avrebbe valutato altre offerte, ma la sua preferenza sarebbe sempre rimasta per il Napoli.

Ospina Napoli
Il portiere del Napoli David Ospina (LaPresse)

Spalletti ha sempre messo il rinnovo di Ospina in cima alle sue priorità. L’allenatore non vuole perdere il suo portiere titolare, anche perché il rendimento parla per lui. Come percentuale di parate l’ex Arsenal è al top della classifica di rendimento dei suoi colleghi in Serie A. Anche solo per questo motivo pensare di perderlo (per di più a zero) sarebbe una mezza follia. Sicuramente vale la pena tenere il colombiano e dare all’allenatore un’ulteriore certezza nel suo organico.