Tra gioie e paure: come arriva il Napoli al ritiro di Dimaro

Manca solo un mese all’inizio del primo ritiro estivo del Napoli a Dimaro. Come arrivano gli azzurri di Spalletti

Tempo di vacanze, ma non per tanti calciatori che sono in ritiro con le proprie Nazionali prima di chiudere definitivamente la stagione in corso. E proprio dai ritiri arrivano degli spunti, belli o brutti che siano, anche in chiave Napoli.

kvaratskhelia
Kvicha Kvaratskhelia (Foto LaPresse)

Grande paura per Matias Olivera, che con il suo Uruguay è uscito in lacrime durante l’amichevole giocata sabato sera contro Panama. Si è temuto il peggio ma in realtà al ginocchio c’è solo una distorsione. Un po’ di riposo e poi il nuovo terzino azzurro sarà a disposizione di Spalletti e dei compagni per il ritiro a Dimaro. Dove troverà con tutta probabilità anche Piotr Zielinski. Il centrocampista polacco ha spiegato che non ha alcuna intenzione di lasciare Napoli e quindi le voci su una sua possibile cessione sono infondate. In realtà qualche interesse dall’estero c’è, soprattutto dalla Bundesliga, ma il Napoli chiede molto per il suo talento e quindi una sua cessione al momento è tutt’altro che probabile. Sicuro invece l’arrivo di Kvicha Kvaratskhelia in maglia azzurra. Il giovane georgiano dal ritiro della sua Nazionale si è tenuto prudente ma ha già dato appuntamento ai suoi nuovi tifosi: “Non posso parlare del Napoli adesso – ha detto Kvaratskhelia – ma dal prossimo luglio sarò con loro”. Una notizia importante da un ragazzo che, anche senza aver ancora indossato la maglia azzurra è già diventato un beniamino dei tifosi.

Piotr Zielinski, una stagione da dimenticare

Non è stata certamente una stagione da ricordare quella di Piotr Zielinski. Dopo un ottimo inizio di campionato che lo ha portato a collezionare 6 reti già ad inizio dicembre, il rendimento del centrocampista polacco è calato drasticamente. Una seconda parte di stagione da horror, condita da tante, troppe prestazioni al di sotto della sufficienza per un giocatore del suo calibro, nel finale di stagione è finito indietro nelle gerarchie del tecnico Spalletti, il quale gli ha spesso preferito Mertens. Anche per questo motivo al termine del campionato è finito al centro di numerosi rumours di mercato, soprattutto da parte del Bayern Monaco. A meno di clamorose offerte, il futuro di Zielinski sembra essere ancora a Napoli, forse l’unico dei superstiti della banda Sarri.