Addio Koulibaly? Sfida a tre per sostituire il difensore

0
269

Il Napoli non vuole perdere Kalidou Koulibaly, ma sta cercando comunque di trovare un suo eventuale sostituto.

Sono giorni molto turbolenti in casa Napoli, considerando le dichiarazioni di Dries Mertens e di Victor Osimhen. Il belga, infatti, ha parlato come se fosse già un calciatore di un’altra squadra, mentre l’ex Lille ha ammesso che tutto può succedere per quanto riguarda il suo futuro. A far rumore tra le fila della squadra guidata da Luciano Spalletti è anche la situazione contrattuale di Kalidou Koulibaly.

Kalidou Koulibaly al Maradona
Kalidou Koulibaly al Maradona (LaPresse)

Il senegalese, infatti, ha solo un altro anno di contratto ed Aurelio De Laurentiis sta cercando di fare di tutto per non perdere il giocatore a zero. Il patron partenopeo, nonostante la nuova strategia societaria di abbassare il monte ingaggi, è disposto a fare una piccola eccezione per Kalidou Koulibaly che, però, non ha nessuna intenzione di accettare un contratto al ribasso rispetto a quello attuale (di 6 milioni di euro all’anno).

Non solo i tifosi del Napoli sperano in una permanenza del difensore centrale, ma anche Luciano Spalletti. Il non addio di Koulibaly è stata la primissima richiesta per la prossima stagione del tecnico toscano, che farebbe carte false per far restare il senegalese. Aurelio De Laurentiis e Cristiano Giuntoli non vogliono farsi trovare impreparati e stanno cercando eventuali sostituti del giocatore.

Koulibaly, il Napoli si vuole tutelare: è corsa a tre per sostituire il senegalese

Casale dà indicazioni
Casale con la maglia del Verona (LaPresse)

Secondo quanto riportato dalla ‘Gazzetta dello Sport’, infatti, la società partenopea ha in mente tre profili per un’eventuale sostituzione di Kalidou Koulibaly. Il primo riguarda un vecchio pallino del Napoli, ovvero Marcos Senesi del Feyenoord. Il difensore, che è nel giro della nazionale Argentina, è stato più volte accostato al team campano già in passato.

Il secondo profilo monitorato dai dirigenti azzurri, sempre come scritto dal quotidiano sportivo, è quello del coreano Min-jae Kim del Fenerbahce. Non bisogna escludere neanche l’ipotesi che porta a Nicolò Casale del Verona. Il giocatore italiano non ha l’esperienza dei primi due, ma la sua duttilità ( visto che può giocare anche come esterno) e la sua crescita stanno intrigando sempre di più il Napoli. Il club partenopeo sta cercando di chiudere anche per Ostigard come quarto centrale al posto di Alex Tuanzebe.