Addio Koulibaly, è il giorno della verità: cosa sta accadendo

0
229

 Il Napoli che costruisce la formazione per la prossima stagione trova nella giornata di oggi una data assolutamente decisiva.

Le ultime settimane in casa Napoli hanno palesato più che mai una serie di incomprensioni, se cosi possono essere chiamate, abbastanza rilevanti. Il nodo rinnovi, i calciatori che attualmente sono a fine contratto e quelli che ci andranno il prossimo anno. Tutte situazioni da gestire con la massima attenzione. Oggi, forse, si deciderà il destino di un calciatore in particolare.

Koulibaly
Koulibaly LaPresse

Cosi come accennato è tempo di grandi decisioni in casa Napoli. Il caso Mertens ad esempio sembra essersi ormai concluso con l’addio nemmeno troppo scontato del belga, salvo imprevisti colpi di scena. Restano da chiarire le posizioni di Ospina, Koulibaly e Fabian Ruiz. Ad oggi la più delicata è sicuramente quella del difensore, futuro capitano indicato della squadre partenopea.

Le parole del presidente Aurelio De Laurentiis in merito alla situazione del centrale di difesa senegalese, con riferimento alla necessaria riduzione d’ingaggio ed il colorito accenno al “denaro vile” non hanno dicerto giovato ai rapporti tra calciatore e società. Le sirene spagnole, direzione Barcellona si fanno insistenti ed oggi potrebbe essere il giorno della verità.

L’assemblea dei soci del Barcellona potrebbe decidere di compiere uno sforzo per il mercato

Svolta rinnovo: incontro tra Koulibaly e De Laurentiis, la novità
Svolta rinnovo: incontro tra Koulibaly e De Laurentiis, la novità (LaPresse)

Cosi come riportato nell’edizione odierna del “Corriere dello Sport” nella giornata di oggi si riunisce l’assemblea dei soci del Barcellona che potrebbe decidere di ripianare il debito enorme di 500 milioni di euro. A quel punto il club spagnolo potrebbe pensare di intervenire in un certo modo sul mercato andando a pescare proprio al Napoli il suo futuro centrale di difesa.

Il piano di Luciano Spalletti sarebbe quello di trattenere il calciatore per un altro anno, farlo andare insomma in scadenza di contratto per poter cosi contare sulle sue prestazioni in vista di quella che si spera possa essere la stagione dello scudetto. La società invece, per una offerta vicina ai 40 milioni di euro potrebbe lasciar partire il calciatore, evitando cosi di perderlo a 0 il prossimo anno. La situazione insomma è più complessa che mai, ma la possibile svolta potrebbe finalmente chiarire ogni possibile scenario.