Altro che Pjanic: il vero sogno di Spalletti è un altro

Luciano Spalletti è intervenuto in diretta tv presso trasmissione “Calciomercato l’originale”. Alcuni passi del suo intervento.

Il tecnico azzurro Luciano Spalletti intervenendo in tv presso la nota trasmissione Sky ha tracciato il punto di quella che è di fatto la sua linea rispetto al mercato che in queste settimane sta in effetti entrando sempre più prepotentemente nelle dinamiche di casa Napoli. Tra i passaggi affrontati, chiaramente quelli legati al possibile arrivo di nuovi calciatori all’ombra del Vesuvio.

Pjanic
Pjanic LaPresse

Il tecnico toscano che chiaramente il prossimo anno siederà ancora sulla panchina del Napoli per provare, cosi come affermato dal presidente De Laurentiis a vincere finalmente il campionato, ha dimostrato di avere in merito idee ben diverse. Un Napoli che dovrà vedersela con le altre per entrare tra le prime quattro, a detta del tecnico ex Inter e Roma.

Il punto forte del suo passaggio in tv però è ovviamente quello riguardante il mercato dove l’allenatore ha mostrato di avere una posizione ben precisa in merito agli eventuali acquisti ed anche soprattutto a potenziali, magari necessarie cessioni. Si è parlato ad esempio di Osimhen, rispetto al quale il tecnico ha mostrato grande tranquillità. L’importante è prenderne un altro altrettanto bravo, ha sintetizzato in un certo modo Spalletti.

Il nome per il centrocampo di Spalletti in realtà è un altro: il tecnico non ne fa mistero

Veretout pensieroso
Jordan Veretout durante la gara tra il Torino e la Roma (LaPresse)

Colpo di scena più o meno atteso quando al tecnico del Napoli viene chiesto un parere rispetto al potenziale acquisto del giallorosso Veretout. Chiaro l’apprezzamento per il calciatore che ad ogni modo secondo lui costerebbe troppo. La verità però è che al momento il tecnico si tiene stretto Lobotka, anche se l’ex Fiorentina oggi alla Roma di certo non gli dispiacerebbe.

Uno Spalletti molto pratico nel pronunciare quella che è di fatto la sua posizione, cosi come sottolineato quest’oggi dall’edizione del Corriere dello Sport. Tutte le squadre stanno in qualche modo rinforzandosi. La cosa importante, sembra dire il tecnico toscano è fare meglio di prima. Parte un calciatore importante? Nessun problema, basta prenderne un altro. Il succo, sostanzialmente è tutto qui. Pjianic? Evidentemente non serve, al di la di ciò che scrivono i giornali. I sogni di Spalletti, a questo punto potrebbero davvero essere altri.