Napoli, cambia la strategia: la presa di posizione della dirigenza

Il Napoli intraprende una strategia inedita per i colori azzurri. La dirigenza ha preso la decisione definitiva: si cambia rotta.

Napoli e il legame indissolubile con il meridione. Il sole, il mare cristallino, il sangue caldo nelle vene. Un tutt’uno, quello tra Napoli e il Sud, che si è trasportato anche a livello calcistico. Che sia sud Italia, o ancora meglio sud America, dove gli azzurri hanno spesso pescato le loro fortune, anche dal punto di vista del mercato il Napoli solitamente ha sempre percorso strade “calienti”.  E se invece la passione meridionale si trasformasse nel freddo gelido e nelle acque tormentate del Mare del Nord? Non è un universo distopico o una realtà parallela, ma la direzione verso cui sembra andare il mercato del Napoli.

de laurentiis 05072022 (1)
Aurelio de Laurentiis e Cristiano Giuntoli (LaPresse)

Come fa notare il Corriere dello Sport, gli azzurri stanno guardando con attenzione alla Scandinavia per studiare le prossime mosse di mercato. Nello specifico, i nomi nel taccuino del ds Giuntoli sono quelli di Mattias Svanberg, centrocampista svedese in forza al Bologna, da anni uno dei prospetti emergenti più interessanti del nostro campionato, Leo Skiri Ostigard, difensore norvegese del Brighton, e Ola Solbakken, ventitreenne attaccante del Bodø/Glimt. Napoli in mano ai vichinghi, insomma. Non del tutto una novità per i colori azzurri.

Un Napoli.. nordista. Giuntoli pesca in Scandinavia, ma prima le cessioni

svanberg 05072022
Mattias Svanberg, obbiettivo del Napoli (LaPresse)

Quello che sta per nascere potrebbe essere un Napoli particolarmente scandinavo. I tre giocatori raccoglierebbero l’eredità leggendaria degli svedesi Hasse Jeppson (che militò in azzurro dal ’52 al ’56) e Kurt Hamrin (in forza invece dal 69 al 71′). Poi fu la volta di Jonas Thern (centrocampista svedese in azzurro nei primi anno 90) e del difensore norvegese Steinar Nilsen (tre stagioni al Napoli dal 1998 al 2001). Infine Karl Corneliusson, difensore svedese che transitò senza troppo impressionare nel 2004-2005.

Sarà il momento di un nuovo trio scandinavo per i colori azzurri? Sarà solo il mercato a dirlo. Al momento il Napoli segue da vicino i tre giocatori, ma la politica societaria è chiara: nessun acquisto se prima non ci saranno cessioni. Gli assi nordici nella tasca di Giuntoli sono quindi in tasca, in stand by, pronti ad essere tirati fuori non appena in rosa dovesse liberarsi un posto. Dopo il Sudamerica, che gioie infinite ha regalato ai colori azzurri, il Napoli proverà ad avventurarsi nel freddo Nord. La Scandinavia è ricca di talenti ed è migliore il rapporto qualità – prezzo, e questo abbraccia in pieno lo stile della nuova politica societaria. Sarà la strategia vincente?