Kvaratskhelia e la numero 77, ricordi chi ha indossato questa maglia?

0
310

Il nuovo acquisto Khvicha Kvaratskhelia indosserà la maglia numero 77. Sarà l’undicesimo nella storia del Napoli. Ve li ricordate tutti?

Khvicha Kvaratskhelia è stato il primo rinforzo del mercato estivo ufficializzato dal Napoli. Il ventitreenne talento georgiano è arrivato in azzurro trasferendosi dalla Dinamo Batumi per una cifra vicina ai 10 milioni. Il giovane si è aggregato al gruppo agli ordini di mister Spalletti, partito alla volta di Dimaro.

kvaratskhelia 09072022 (1)
Khvicha Kvaratskhelia (Ansa Foto)

Per l’attaccante sono i primi giorni da calciatore del Napoli, e tra foto di rito e dichiarazioni entusiaste di questa nuova avventura Kvaratskhelia ha svelato quale sarà il numero di maglia che indosserà nella prossima stagione in azzurro. Khvicha ha scelto il numero 77. Una novità per lui, che alla Dinamo portava sulla schiena il numero 20. Probabilmente un omaggio al suo numero preferito, il 7, che indossa in nazionale ma che a Napoli è sulle spalle di Elmas. Khvicha allora raddoppia, come molti hanno fatto prima di lui.

Il 77 è un numero che negli ultimi anni è stato particolarmente gettonato. Da Marcelo Brozovic all’Inter a Davide Zappacosta, e poi ancora Marusic, Mkhitaryan, Linetty, per citare coloro che nella scorsa stagione lo hanno portato sulla schiena.

Kvaratskhelia, l’attaccante è l’undicesimo numero 77 della storia del Napoli

Kvaratskhelia è in buona compagnia anche in casa Napoli. Sarà infatti l’undicesimo giocatore della storia azzurra ad indossare la maglia numero 77. Vediamo chi lo ha preceduto.

In principio fu Luciano Galletti, esterno di centrocampo argentino che sbarcò in Italia nella stagione 99/2000 senza lasciare il segno. Nella stagione 2001/2002 fu il difensore delle giovanili Gaetano Avolio ad indossarla, tre stagioni in azzurro per poi continuare la sua carriera nelle serie minori, ma solo una con il numero 77 sulle spalle.

Nel 2003/2004 toccò a Gonzalo Martinez, terzino colombiano che dopo qualche stagione senza troppo successo fece rientro anche lui nel suo paese. Tra i 77 più noti anche il centrocampista Daniele Mannini, 41 presenze e 2 gol in due stagione a Napoli (2007/08  e 2008/09). L’anno dopo toccò a Leandro Rinaudo (37 presenze e un gol per il difensore siciliano), mentre nella stagione 2010/2011 il numero passò sulle spalle del centrocampista argentino José Sosa (24 presenze e un gol).

Davide Bariti, centrocampista, scelse il doppio sette per la stagione 2012/2013, non particolarmente fortunata con due sole presenze. Poi toccò a Walter Gargano (13/14 – 14/15), che scelse il 77 al posto del suo 23 per il suo rientro al Napoli dopo la parentesi all’Inter. Chiudono il cerchio Omar el Kaddouri, che ha indossato il numero per due anni tra il 2015 e il 2017, e il giovane Raffaele Russo, nella stagione 17/18. Da allora il numero 77 è rimasto vacante.

Un’eredità insomma in chiaro scuro, quella del “doppio 7”. Toccherà a Kvaratskhelia ora riuscire a dare il suo marchio a questo numero e provare a lasciare il segno con questa maglia nella storia della prossima stagione.