Napoli, inizia la nuova era: saranno due i protagonisti

0
186

Il Napoli oggi comincia il ritiro a Dimaro inaugurando una nuova era che vedrà protagonisti due giocatori.

Quest’oggi è stato dato il via alla nuova stagione da parte del Napoli che ha cominciato il ritiro a Dimaro agli ordini di Luciano Spalletti. Dopo aver sfiorato lo scudetto lo scorso anno ed aver centrato la qualificazione alla prossima Champions League, gli azzurri iniziano questa nuova stagione con tanta voglia di stupire e di far sognare i propri tifosi.

Luciano Spalletti
L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti (LaPresse)

Proprio mister Luciano Spalletti è una delle certezze di questo inizio di stagione del Napoli. Inizialmente, infatti, si pensava che il tecnico toscano potesse andare via dopo una stagione che ha lasciato un sapore agrodolce nella bocca di società e tifosi, ma così non è stato. Spalletti vuole ora continuare a costruire il suo Napoli, inaugurando di fatto una nuova era che vedrà protagonisti due giocatori.

Il nuovo Napoli targato Osimhen-Kvaratskhelia

Victor Osimhen
L’attaccante del Napoli Victor Osimhen (LaPresse)

Secondo quanto riportato nell’edizione odierna del Corriere dello Sport, questa nuova era azzurra vedrà protagonisti due giocatori dai quali i tifosi si aspettano tanto. Il primo lo si conosce molto bene vale a dire Victor Osimhen, con il bomber nigeriano molto carico in vista di questa nuova stagione e voglioso di superarsi dopo quanto vedere lo scorso anno.

Il secondo, invece, è Khvicha Kvaratskhelia, il giovane talento georgiano che tanto intriga i tifosi del Napoli, rimasti colpiti in maniera positiva dalle qualità del giocatore mostrate con la Dinamo Batuni e con la nazionale georgiana. Certo, il campionato di Serie A è di gran lunga superiore a quello georgiano, ma le sensazioni che si hanno su Kvaratskhelia sono ottime, con la società azzurra che sa di aver acquistato uno dei talenti più interessanti del calcio europeo.

Il nuovo Napoli vedrà protagonisti questi due giocatori che insieme raggiungono appena i 44 anni. Osimhen ha 23 anni, Kvaratskhelia ne ha 21, entrambi con molto potenziale e pronti a trasformare radicalmente il Napoli. Un Napoli che si affiderà dunque alla qualità, alla velocità e alla gioventù, pronto a sognare per grandi traguardi.

Un ritiro con molte incognite

Luciano Spalletti
Luciano Spalletti (LaPresse)

Seppur vero che l’inizio della stagione porta con sé tanto entusiasmo, è anche vero che il ritiro del Napoli inizia con molte incognite. Ci sono ancora dei buchi da colmare e Spalletti attende rinforzi da un mercato che in questo momento sta faticando a decollare tanto in entrata quanto in uscita. Il ds Cristiano Giuntoli sta lavorando per dare al tecnico toscano una rosa importante, ma il compito si sta rivelando più difficile del previsto.

L’incognita più grande è quella che riguarda Koulibaly che di rinnovare il suo contratto proprio non ne vuole sapere, con l’entourage del senegalese che ha rifiutato l’ultima proposta della società azzurra, mandando su tutte le furie De Laurentiis. Incognita lo è anche Dries Mertens che aspetta sempre un segnale da parte della società azzurra ed è pronto anche a dimezzarsi l’ingaggio pur di venire incontro alla squadra che ama. C’è molto lavoro da fare, non solo sul campo, ma anche fuori.