Rinnovo Koulibaly, perché la responsabilità è tutta del calciatore

0
316

Koulibaly, scoppia di nuovo il caso rinnovo. Le parole di Giuntoli scaricano la responsabilità sul calciatore

Si sono abbattute con la forza di un vero uragano sul mondo Napoli le dichiarazioni di Cristiano Giuntoli. Il direttore sportivo, come da lui stesso specificato, si fa carico di eliminare l’aura di negatività che ha costellato questo inizio stagione del Napoli, influenzato dalla comprensibile delusione dei tifosi per il mancato rinnovo di Mertens e per le alte possibilità di perdere un altro pilastro della squadra, Kalidou Koulibaly. Giuntoli, dicevamo, prova a fare chiarezza, e lo fa, per rimanere in tema di tormentoni di casa Napoli, con delle bordate degne del miglior Cavani, pur con aplomb. Una, quella che fa più rumore, destinata proprio al forte centrale senegalese.

koulibaly 10072022 (1)
Kalidou Koulibaly (LaPresse)

La situazione di Koulibaly è stata più volte raccontata in queste settimane. Il giocatore ha il contratto in scadenza nel prossimo anno, ed è come normale che sia visto il suo grande valore corteggiatissimo de diverse big, Juventus e Chelsea su tutti. Sul fronte rinnovo con il Napoli, tutto sembrava essersi fermato per le note esigenze degli azzurri di abbassare i costi della rosa. Nelle ultime settimane però era tornata a circolare l’ipotesi di una offerta azzurra di circa 4 milioni, figlia della forte volontà di Spalletti di mantenere il suo giocatore più rappresentativo.

Koulibaly, maxi offerta per il rinnovo. Ora il difensore non può più nascondersi

koulibaly 10072022 (1)
Kalidou Koulibaly (LaPresse)

Questo, appunto, sino a ieri sera. Giuntoli ha infatti svelato in conferenza che non solo il Napoli avrebbe già fatto pervenire un’offerta di rinnovo a Koulibaly, ma che questa sarebbe stata un’offerta in linea con quelle delle big europee: si tratterebbe infatti di un faraonico quinquennale da 6 milioni netti a stagione. A questo, il Napoli avrebbe messo sul piatto anche la possibilità di avere un futuro da dirigente una volta appese le scarpe al chiodo. “Stiamo parlando tutti i giorni con lui. Il presidente gli ha fatto una offerta irrinunciabile” ha spiegato Giuntoli. “Lui ha risposto che ci deve pensare, si deve guardare in torno e ha preso un po’ di tempo”

Sarebbe il calciatore, dunque, ad avere messo il freno sulla questione rinnovo. Una informazione che cambia totalmente le carte in tavola. Come fatto notare da Giuntoli, 6 milioni per il Napoli, soprattutto in questo momento storico di oculatezza e maggiore attenzione ai conti, sono davvero il massimo che il Napoli poteva fare.

A questo punto, la palla passa a Koulibaly, che non può più nascondersi e deve fare sentire anche la sua voce. La società, per conto suo, ha già chiarito quella che è la sua posizione. “Non nego che Kalidou per tutti noi vale tantissimo. Ha rappresentato il Napoli in maniera straordinaria” ha detto Giuntoli. “Per noi è incedibile e non è arrivata nessuna offerta ufficiale da altre squadre (Juventus in testa ndr)” ha confermato. Sulla stessa linea Spalletti, che ha promesso di avergli preparato la fascia di capitano. Il messaggio che arriva dalla società è chiaro: qualsiasi sia la scelta, la responsabilità ora è sulle spalle di Kalidou.