Napoli, accelerata improvvisa sul mercato: il punto sulla situazione

A meno di un mese dall’inizio del campionato il Napoli cerca di consegnare il prima possibile i nuovi innesti a mister Spalletti

Eppure qualcosa si muove. La terza legge della dinamica di Newton dice che ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria, un principio di cui si è appropriato anche il Napoli per questa sessione di calciomercato.

kvaratskhelia spalletti
Kvarataskhelia e Spalletti (Foto LaPresse)

Dopo l’addio di Koulibaly volato in direzione Chelsea, è arrivato l’affondo decisivo per l’arrivo di Kim Min-Jae a Napoli. Il club azzurro ha sciolto le ultime riserve decidendo di pagare la clausola da 20 mln di euro al Fenerbahce, accontentando così Spalletti che si era già sbilanciato su di lui in conferenza. Il centrale sudcoreano potrebbe firmare già questa settimana, come rivelato anche dal suo entourage. Napoli attivo anche sul fronte attacco: sembra essere tutto pronto per l’approdo del Cholito Simeone in azzurro, e si attende solo la fumata bianca per il trasferimento di Petagna al Monza.

Capitolo esterni: il Napoli continua a lavorare per il norvegese Solbakken, in scadenza nel 2023 con il Bodo ma che potrebbe arrivare anche subito con un piccolo indennizzo al club. Il nodo anche qui resta quello delle cessioni: se non parte Politano la situazione non si può sbloccare.

Tramontano invece definitivamente le ultime speranze per il ritorno di Dries Mertens, con le parole del presidente Aurelio De Laurentiis che hanno sancito il definitivo addio.

Napoli a caccia di un portiere: i nomi in ballo

alex meret
Alex Meret (Foto LaPresse)

La preoccupazione principale resta quella legata al vice Meret: tanti nomi, pochi fatti, e una situazione ancora ingarbugliata a meno di un mese dall’inizio del campionato. In pole position, come da un mese a questa parte, resta l’esperto Salvatore Sirigu, ma la politica attendista da parte del Napoli fa pensare che in pentola bolle anche altro. Difficile l’arrivo di Kepa, pagato 80 milioni dal Chelsea nell’estate del 2018, diventando così il portiere più pagato della storia. Un suo eventuale arrivo significherebbe rimettere nuovamente in ballo la titolarità di Meret, e forse è proprio quello che vuole Spalletti, mai convinto a pieno dall’ex Udinese. Suggestiva anche la pista che porta a Trapp.

Il 15 agosto sarà già tempo di Verona-Napoli, adesso tocca alla dirigenza accelerare e consegnare i nuovi innesti al tecnico il prima possibile.