Addio Mertens, che attacco per Aurelio De Laurentiis

0
268

Dopo il bellissimo video pubblicato da Dries Mertens, per Aurelio De Laurentiis c’è stata più di qualche ‘critica’.

La serata di ieri sera sembrava essere contraddistinta dal dopo Napoli-Girona, amichevole vinta dagli uomini di Luciano Spalletti per 3-1, ma poi i tifosi partenopei sono stati ‘sconvolti’ dal video di addio di Dries Mertens. Il belga, infatti, ha salutato la piazza partenopea con un bellissimo post su ‘Instagram’. 

Aurelio De Laurentiis pensieroso
Aurelio De Laurentiis (Ansa Foto)

Il miglior bomber della storia del Napoli si è mostrato con suo figlio Ciro Romeo, rilasciando queste parole: “Cari napoletani, cari concittadini. Sapevo che questo giorno sarebbe arrivato, ma non ho mai saputo quanto sarebbe stato difficile per me. Salutare questa città, che mi ha adottato, amato, e sostenuto sia nei momenti difficili che meravigliosi. I record e le storie saranno nei libri, ma le persone e la città rimarranno sempre nel mio ‘core’. Sono molto orgoglioso che mio figlio Ciro sia nato qui e, quando girerà il mondo, dirà sempre che sarà un napoletano. Napoli per 9 anni è stata sempre la ‘terra mia’ e sappiamo tutti che la città è diventata parte del mio sangue. Per questo ho deciso di tenere la casa sul Golfo, proprio per tornarci il più possibile”. 

Mertens ha poi concluso il suo saluto: “Alla società, a tutti i miei colleghi, allenatori, amici, tifosi, ed ogni tifoso napoletano posso dire solo una parole: ‘Grazie’. La mia partenza non è andata come volevo io, ma per me non è un addio: è solo un arrivederci. Napoli, ma quanto ci siamo divertiti?”.  Parole bellissime che hanno emozionato tutti e che, di conseguenza, hanno portato anche qualche critica al presidente Aurelio De Laurentiis.

Addio Mertens, Bellinazzo attacca Aurelio De Laurentiis: “Radere al suolo il proprio passato vuol dire sterilizzare il proprio futuro”

 

Marco Bellinazzo, giornalista de ‘Il Sole 24 Ore’,infatti, non ha risparmiato un duro attacco al patron partenopeo per l’addio di Mertens: “Radere al suolo il proprio passato vuol dire sterilizzare il proprio futuro. Per qualunque azienda. A maggior ragione per chi opera nel settore dello sport-entertainment. L’identità è un valore infungibile. Il fattore sentimentale va messo a bilancio…”.

Queste parole fanno un certo effetto, considerando che Marco Bellinazzo è uno dei massimi esperti dell’economia applicata al calcio. Non solo il giornalista ha attaccato De Laurentiis, ma anche tanti tifosi che sono ancora increduli per i tanti addii di spicco che si sono susseguiti in queste settimane: da Lorenzo Insigne e David Ospina, passando per Kalidou Koulibaly, passando proprio per quello di Dries Mertens. Il Napoli, però, è ormai proiettato verso il futuro, visto che sta cercando di prendere il sostituto del belga.

Il Napoli continua a premere per Raspadori

Raspadori con la maglia della Nazionale
Giacomo Raspadori (Ansa Foto)

Il club partenopeo, infatti, è in forte pressing per portare in azzurro Giacomo Raspadori, il quale è stato designato come il calciatore che dovrebbe prendere il posto in rosa di ‘Ciro’. Già c’è un accordo tra il centravanti ed il Napoli che, però, ancora deve trovare un’intesa con il Sassuolo. Aurelio De Laurentiis ha offerto circa 25 milioni di euro, ma i neroverdi ne vorrebbero almeno 30. Sull’attaccante bisogna registrare anche l’interesse della Juventus, ma i partenopei sono nettamente favoriti nell’acquisire le prestazioni del campione d’Europa con l’Italia di Roberto Mancini.