Da Raspadori a Simeone e Kepa: cosa accade al mercato del Napoli

0
299

Raspadori è sempre l’obiettivo prioritario, così come Simeone e Kepa: il mercato del Napoli non decolla ancora

Rush finale per Giacomo Raspadori al Napoli. Proseguono serrati i talk fra Napoli e Sassuolo per quello che, nei progetti di Spalletti, sarà un ideale numero 10 della sua squadra. Carnevali e Rossi, amministratore e direttore sportivo del Sassuolo, stanno discutendo con De Laurentiis e Giuntoli per definire al meglio la formula d’acquisto.

Giacomo Raspadori mercato Napoli
L’attaccante del Sassuolo Giacomo Raspadori (Ansa)

La cessione di Locatelli alla Juve fa scuola, perché il Napoli vorrebbe impostare una trattativa su quelle basi. Prestito con riscatto a 30-35 milioni, pagabili in almeno tre esercizi. Accordo col calciatore già trovato da un bel po’, e anche la Juve che aveva chiesto tempo dovrà alzare bandiera bianca se il Napoli sarà bravo a chiudere in tempi stretti.

Bolognese, classe 2000, Raspadori ha giocato la sua prima stagione da titolare fisso dopo aver conquistato anche la Nazionale, a soli 21 anni. In azzurro già 13 presenze e 3 reti mentre lo scorso anno col Sassuolo 10 reti e 6 assist. Margini di crescita per un calciatore giovane, anche se già affermato, che promette di essere il futuro del calcio azzurro.

Raspadori e non solo: Simeone e la questione portieri

Giovanni Simeone mercato Napoli
L’attaccante del Verona Giovanni Simeone (Ansa)

Se Raspadori è sempre più vicino, resta invece cristallizzata la situazione relativa a Giovanni Simeone. Le uscite bloccano ancora il mercato del Napoli e ora, prima di chiudere un’altra pedina, ci sarà bisogno di dar via almeno Petagna e probabilmente anche Ounas.

Sull’attaccante italiano si è un po’ defilato il Monza ma sono diverse le squadre che sono ancora a caccia di un centravanti e potrebbero interessarsi a lui. Il Napoli ha fissato il costo in 15 milioni fra prestito e riscatto, più o meno la cifra concordata col Monza. Situazione ad incastro anche per il portiere. Meret sembra ormai indirizzato verso lo Spezia, rinnovo e prestito per una stagione da titolare in una squadra con meno pressioni, poi si vedrà.

In stand-by resta Kepa ma il Napoli sta fiutando la possibilità del colpo Keylor Navas. Il Paris Saint Germain deve completare il mercato e ha bisogno di cedere: se accetta di pagare buona parte dello stipendio potrebbe configurarsi l’ipotesi di un prestito, annuale o addirittura biennale.

Di certo c’è che il Napoli dovrà essere anche piuttosto rapido nelle scelte; sarà campionato tra nove giorni, con gli azzurri in campo contro il Verona e Luciano Spalletti ha fretta di vedere il suo organico completo. Il tecnico ha già visto andare a monte il suo progetto di lavorare con il gruppo intero in ritiro, ed è altissimo il rischio che gli azzurri si ritrovino alla prima di campionato con molte situazioni in sospeso, ad iniziare proprio dal delicatissimo ruolo del portiere.