Napoli-Raspadori: i retroscena dell’incontro con il Sassuolo

0
441

Il Napoli ha incontrato il Sassuolo per trattare il trasferimento di Giacomo Raspadori in azzurro. Ecco i retroscena dell’incontro

Manca sempre meno all’inizio della nuova stagione di Serie A ed il Napoli sta cercando di completare la propria rosa in vista dell’esordio al Bentegodi del prossimo 15 agosto contro il Verona. Gli azzurri sono ancora alla ricerca di un giocatore che possa sostituire Dries Mertens e che, come il belga, possa ricoprire più posizioni in mezzo al campo.

Giacomo Raspadori
L’attaccante del Sassuolo Giacomo Raspadori (LaPresse)

Il Napoli ha così messo nel mirino Giacomo Raspadori del Sassuolo che, come Mertens, sa giocare non solo sull’esterno, ma anche come trequartista o sottopunta. Anche Luciano Spalletti ha promosso il possible approdo in azzurro di Raspadori e il Napoli è al lavoro per regalarlo al tecnico toscano. Tuttavia, trattare con il Sassuolo non è mai facile e il primo incontro non dato i frutti sperati

Napoli-Raspadori: il Sassuolo rifiuta la prima offerta azzurra

Raspadori
Giacomo Raspadori (LaPresse)

Nella giornata di ieri c’è stato un vertice tra Napoli e Sassuolo per Raspadori e sono emersi retroscena importanti da questo incontro che ha portato solamente ad una fumata grigia. Secondo quanto riportato dall’esperto di mercato della Rai Ciro Venerato, i neroverdi avrebbero rifiutato la prima offerta del club azzurro che aveva offerto oltre ad un conguaglio economico di 30 milioni di euro, anche il cartellino di Andrea Petagna.

Il Sassuolo avrebbe detto no anche all’inserimento nell’affare del giovane Zerbin e di Ounas, facendo capire al Napoli che non è interessato alle contropartite tecniche e che Raspadori andrà via solo per una cifra importante. Il club neroverde è pronto anche ad un piccolo sconto, scendendo a 38 milioni di euro rispetto ai 40 milioni di euro inizialmente richiesti.

Oltre al no all’offerta azzurra, il Sassuolo ha anche detto no a replicare la formula che ha portato Locatelli alla Juventus, con il centrocampista che fu ceduto n prestito bennale con obbligo di riscatto al terzo anno. Se il Napoli vorrà Raspadori, dunque, dovrà acquistarlo in maniera definitiva quest’estate, con il Sassuolo disposto quantomeno ad accettare un pagamento dilazionato in più tranche. Le parti si riaggiorneranno la prossima settimana e la sensazione è che questo nuovo incontro possa essere decisivo in un senso o nell’altro per il futuro dell’attaccante classe 2000.

Napoli su Szoboszlai se sfuma Raspadori

Se il Napoli non dovesse riuscire a trovare l’accordo con il Sassuolo per Raspadori, il club azzurro ha già pronta un’alternativa importante. Negli ultimi giorni, infatti, si è parlato dell’nteresse degli azzurri per Dominik Szoboszlai, talentuoso centrocampista del Lipsia, con l’ungherese che è uno dei giocatori che più intrigano Giuntoli.

Il Lipsia valuta Szoboszlai almeno 30 milioni di euro, la stessa cifra che il Napoli vorrebbe investire per Raspadori. Il classe 2000 è uno dei prospetti più interessanti della Bundesliga e nonostante la giovane età vanta già esperienza internazionale, avendo disputato con il club tedesco la Champions League, oltre ad essere nel giro della nazionale maggiore ungherese.