Raspadori “svela” una bugia di Giuntoli su Dybala: l’ha detto 3 settimane fa

0
561

Il Napoli sta puntando con decisione a Giacomo Raspadori del Sassuolo e il suo arrivo smentirebbe quanto detto su Dybala da Giuntoli.

Sono ore molto calde in casa Napoli per quanto riguarda il mercato. Il club azzurro sta puntando con decisione a Giacomo Raspadori del Sassuolo, con il talento classe 2000 che è stato scelto come erede di Dries Mertens. Il Napoli ha aumentato il pressing nelle ultime ore e punta a convincere il club neroverde all’inizio di questa settimana per poter regalare a Spalletti un importante rinforzo in vista dell’esordio in campionato.

Giuntoli
Il ds del Napoli Cristiano Giuntoli (LaPresse)

Il tecnico toscano ha fatto capire pochi giorni fa come servano rinforzi ed il Napoli non vuole perdere più tempo considerato che manca solo una settimana all’inizio della stagione. L’arrivo di Raspadori sarebbe molto importante per il Napoli, ma allo stesso tempo andrebbe a “svelare” una bugia detta dal ds Cristiano Giuntoli relativa al possibile arrivo di Dybala poi sfumato.

Raspadori si, Dybala no: la bugia “tattica” di Giuntoli

Raspadori
L’attaccante Giacomo Rasapdori con l’Italia (LaPresse)

Tre settimane fa, quando si parlava di un possibile approdo di Dybala al Napoli, in conferenza stampa il ds azzurro Giuntoli spense i sogni dei tifosi, affermando come la società si fosse resa conto che l’attaccante argentino non fosse un’opportunità dopo aver parlato con i suoi agenti. Inoltre, il ds azzurro spiegò anche come Dybala sarebbe stato anche difficile da inserire a livello tattico.

Questo perché, come affermato dallo stesso Giuntoli, Spalletti preferisce giocare con il 4-3-3 e l’arrivo di Dybala avrebbe dovuto portare ad un cambio modulo per poter adattare la Joya alla squadra. Il sempre più probabile arrivo di Raspadori, però, smentisce quanto affermato da Giuntoli, anche perché altrimenti avrebbe poco senso acquistare l’attaccante del Sassuolo.

Se Dybala non era un’opportunità e Spalletti preferisce giocare con il 4-3-3, allora perché puntare su Raspadori che significherà comunque il passaggio al 4-2-3-1 e che ha delle caratteristiche in comune con la Joya? La sensazione è che il Napoli voleva Dybala ma che, alla fine, una volta incontrate difficoltà riguardo al suo ingaggio, ha deciso di puntare su altri profili, tuffandosi su Raspadori poiché Spalletti voleva giocare con il 4-2-3-1 fin dall’inizio e non con il 4-3-3, facendo di necessità virtù.

Napoli-Raspadori: fumata bianca sempre più vicina

Non deve sorprendere dunque che il Napoli abbia puntato con decisione a Raspadori e ad oggi la fumata bianca è sempre più vicina. La resistenza del Sassuolo è vicina a crollare, anche perché Raspadori vuole andare via ed assieme al suoa gente sta pressando affinché il club neroverde gli conceda il via libera per trasferirsi al Napoli.

Secondo quanto riportato da Sky Sport, le parti sono sempre più vicine dopo il vertice telefonico avvenuto nella serata di ieri ed oggi potrebbe essere la giornata decisiva. L’operazione potrebbe chiudersi attorno ad una cifra tra i 33 e i 35 milioni di euro, con De Laurentiis pronto a questo grande sforzo economico per assicurarsi uno dei talenti più interessanti del panorama calcistico italiano.